A- A+
Milano

“Giudico positivamente l’annuncio del Ministro Lupi di un incontro con il Commissario Almunia su Sea Handling. Nei mesi scorsi avevo anche io incontrato Almunia per discutere di Sea Handling, riprendendo un percorso di dialogo con la Commissione che sta proseguendo ancora oggi. Il Comune di Milano si è immediatamente  attivato a tutti i livelli per evitare le conseguenze drammatiche della sanzione europea sui presunti agli aiuti di Stato dal 2002 al 2010. Per noi la priorità è sempre stata quella di salvaguardare l’Azienda e i lavoratori di Sea Handling che rischiano gravi conseguenze, per questo l’impegno diretto del Governo al nostro fianco non può che essere un elemento in più per trovare una soluzione”.

Lo afferma il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia.

“Quanto alla possibilità che la Regione Lombardia entri con una quota di minoranza nell’azionariato di Sea, non posso che ribadire che il Comune è pienamente disponibile a discutere con la Regione di questa eventualità, come ho detto anche in Consiglio Comunale”, conclude Pisapia.

Tags:
sea handling







A2A
A2A
i blog di affari
Salento: pastella, cozze aperte all’ampa... Chi l'ha detto che si mangia male?
di Francesca Micoccio
Green pass obbligatorio e lockdown annunciati: il ritorno alla nuova normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.