A- A+
Milano
Sea Handling, partono le lettere di licenziamento per 2214 lavoratori

Oggi incontro tra i sindacati confederali, le altre sigle e la dirigenza Sea, per affrontare la chiusura di Sea Handling. Di fatto è stata aperta la procedura di licenziamento dei 2214 lavoratori di Sea Handling ed avviata parallelamente la trattativa per l’assunzione in Airport Handling, che dovrà avvenire entro la prima settimana di giugno, di un numero ancora da chiarire di lavoratori. Sui numeri è aperta la trattativa. Domani sarà la volta dei dipendenti Sea. L’azienda ha illustrato il cosiddetto piano incentivante, per quei lavoratori che accetteranno, naturalmente su base volontaria, di uscire dal gruppo. Sul tavolo ci sono fino a 29 mesi di salario e l’affidamento ad una società di lavoro interinale per la formazione ed il nuovo collocamento. Altri 300 lavoratori circa potranno essere trasferiti in Sea. Ma l’esito dell’operazione dipenderà dalla capacità del nuovo sogg! etto Airport Handling di catturare contratti coi vettori che operano negli aeroporti milanesi. Se verrà assicurato il 90% delle intese possibili, non ci saranno problemi per i futuro dei lavoratori Airport Handling. “Siamo partiti col piede giusto ma c’è da verificare se ci saranno tutte le condizioni per un accordo – dice Giovanni Abimelech, segretario della Fit-Cisl dopo l’incontro coi vertici della Sea - al primo posto per noi, naturalmente la difesa dei lavoratori”

Tags:
sea handling






A2A
A2A
i blog di affari
Bipolarismo, ecco quando necessario usare il TSO
di Francesca Albi*
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.