A- A+
Milano
Spari al Tribunale, il pm Roia: "Gravissime falle nella sicurezza"

di Lorenzo Lamperti

Fabio Roia è un ex membro del Csm e ora pm alla Procura di Milano. Si trovava all'interno del Tribunale quando sono stati esplosi gli spari nell'aula del terzo piano.
 
Che cosa è successo?
Io mi trovavo al pianterreno e stavo convalidando degli arresti. Non appena ho sentito degli spari ho messo i detenuti in sicurezza. Personalmente comunque non ho visto l'attentatore o altro visto che mi trovavo, come detto, al piano terra.
 
Come è possibile che l'attentatore sia potuto entrare in Tribunale armato senza che nessuno lo fermasse?
E' una cosa gravissima e inspiegabile. Ma oltre al fatto che sia riuscito a entrare è altrettanto grave che sia riuscito a uscire. L'attentatore, nonostante tutto, è infatti riuscito a scappare dal Tribunale ed è stato arrestato solamente a 30 chilometri di distanza da Milano. Questo significa che avrebbe potuto sparare anche ad altre persone lungo il suo tragitto e all'esterno del Palazzo di Giustizia.
 
Qual è l'elemento più inquietante, il fatto che sia riuscito a entrare oppure che sia riuscito a uscire?
E' tutta la dinamica della vicenda a essere inquietante perché investe in pieno un luogo che dovrebbe essere il tempio inviolabile della sicurezza, della legalità e della giustizia. Questo è un fatto devastante, è come essere colpiti dentro al cuore. E poi c'è la drammaticità di queste morti... Sconvolgente, davvero sconvolgente.
 
E' normale che in aula si trovassero solo guardie giurate?
L'accesso è curato da un istituto di vigilanza e la presenza delle forze dell'ordine è obbligatoria solo quando in aula ci sono imputati arrestati e non credo questo fosse il caso visto che si trattava di un pcorsso per bancarotta fraudolenta.
 
Lei che frequenta da anni il Tribunale di Milano ha mai avuto la percezione di non essere sicuro al suo interno?
No, non ho mai avuto questa percezione. Mi sono sempre sentito sicuro, ma il problema è che qui in Italia i problemi ce li si pone solo quando accadono. Si interviene sempre a tragedia avvenuta, non si pensa mai ad affrontare la questione a monte.
Tags:
spari tribunalefabio roiamagistrato






A2A
A2A
i blog di affari
Bipolarismo, ecco quando necessario usare il TSO
di Francesca Albi*
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.