A- A+
Milano
Gli sparano nel sonno e non se ne accorge: il proiettile fatale scoperto dai soccorritori

Continuava a lamentarsi per un malore ma nemmeno la moglie e i figli riuscivano a capire cosa stava succedendo. Solo quando sono arrivati i soccorritori del 118 c'è stata l'incredibile scoperta: Roberto Pantic aveva nella nuca un proiettile calibro 9. E' accaduto a Calcio, nel Bergamasco, dove il 43enne nomade di origine croate ma nato in Italia si era trasferito da meno di una settimana a bordo del proprio camper, con la moglie e dieci figli. Per i carabinieri un bel rebus: a quanto pare nella notte qualcuno ha esploso più colpi di pistola in direzione dei due mezzi della famiglia. Solo uno di questi è andato a segno, centrando alla testa l'uomo mentre dormiva. Nè lui né i familiari si sono accorti di nulla. Ma al risveglio Pantic ha iniziato a lamentare forti dolori. E' giunto già morto in ospedale. Aperto un fascicolo a carico di ignoti.

Tags:
nomadisparatoriabergamo







A2A
A2A
i blog di affari
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo
Green Pass, prove generali della società del controllo biopolitico totalitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.