A- A+
Milano
"Spese pazze", Regione contro 31 consiglieri. I 10 faldoni della Cremonesi...
"Spese pazze: i dieci faldoni di scontrini di Chiara Cremonesi (Sel)

La Regione si costituisce parte civile contro 31 consiglieri ed ex consiglieri nell'ambito del processo per le "spese pazze". Sotto la lente della magistratura, pranzi, cene e altri servizi di presunta rappresentanza per i quali sono stati richiesti, tra il 2008 ed il 2010, rimborsi ingiustificati. La prima udienza è iniziata al tribunale di Milano, con 57 politici a processo. La Regione ha deciso di non cercare di rivalersi nei confronti di quei 26 che hanno deciso di risarcire il danno patrimoniale e all'immagine arrecato all'ente, come ha spiegato l'avvocato della Regione Antonella Forloni. Le associazioni di consumatori Codacons e Codici Lombardia si sono invece costituite come parti civili nei confronti di tutti i 57 consiglieri.

Mirko Mazzali, che assiste legalmente Chiara Cremonesi di Sel, si è presentato in udienza con ben dieci faldoni di scontrini e pezze giustificative, per dimostrare che non un solo euro sarebbe stato speso al di fuori dell'ambito di rappresentanza istituzionale. Prossima udienza il 15 settembre: i giudici hanno chiesto l'uso di un'aula più capiente. Complessivamente di tre milioni di euro le spese contestate dalla Procura: di questa somma, 400mila euro sono stati resi.

Tags:
spese pazzeregione lombardiarimborsichiara cremonesi







A2A
A2A
i blog di affari
Salento: pastella, cozze aperte all’ampa... Chi l'ha detto che si mangia male?
di Francesca Micoccio
Green pass obbligatorio e lockdown annunciati: il ritorno alla nuova normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.