A- A+
Milano

Un cuoco di 45 anni e' stato arrestato per stalking ai danni dell'ex compagna, una cameriera 40enne. A fine luglio le aveva bruciato l'auto, marchiandola con l'iniziale del suo nome sulla portiera e minacciando di "bruciare" anche lei. L'uomo e' stato fermato dai carabinieri di Corsico, nella sua abitazione, in zona Cascina Gobba, Milano. La relazione tra i due era cominciata nel 2011 ma, dopo un anno, nel giugno del 2012, la donna aveva interrotto il rapporto, sembrerebbe a causa delle percosse che era costretta a subire. Nel 2011, infatti, l'uomo era stato denunciato per maltrattamenti e condannato a nove mesi con pena sospesa.

Dopo l'interruzione della relazione, il 45enne aveva cominciato a mandare decine di sms al giorno alla ex, a telefonarle anche nel cuore della notte e a seguirla. In un caso, e' arrivato addirittura a tamponare l'auto su cui viaggiava. A fine luglio, gli episodi piu' gravi. Nella notte tra il 26 e il 27, a Buccinasco, l'ex compagno arriva a bruciare l'auto della 40enne. La marchia con l'iniziale del suo nome sulla portiera e poi, tre giorni dopo, le telefona e la minaccia di morte dicendole che dopo la macchina avrebbe bruciato anche lei. A quel punto, la donna va dai carabinieri di Corsico e racconta tutto. Il 9 agosto il gip emette l'ordinanza di custodia cautelare in carcere, eseguita stamane.

Tags:
stalking







A2A
A2A
i blog di affari
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo
Green Pass, prove generali della società del controllo biopolitico totalitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.