A- A+
Milano

"Uno choc", così lo stilista Elio Fiorucci spiega il suo stato d'animo dopo aver passato la notte nella sua abitazione di viale Vittorio Veneto, svaligiata dai ladri nel fine settimana. "Sono rientrato domenica sera e ho trovato la porta aperta", spiega Fiorucci. "Penso che il furto sia avvenuto nella notte di sabato".

Da una prima ricognizione, malgrado non sia ancora stato valutato l'ammontare della refurtiva, secondo Fiorucci il colpo sarebbe stato un flop: "Non ho l'abitudine di tenere in casa oggetti di valore o contante - rivela - e, a occhio, mi sembra che non manchi nulla. L'arredamento è a posto, nessuno sfregio, mi è andata bene". Rimane l'incognita dell'incursione, guarda caso proprio durante la sua assenza.

"La porta d'ingresso è blindata - spiega Fiorucci - dunque presumo che i ladri acrobati si siano calati dal terrazzo e siano entrati dalla porta finestra". Malviventi atletici, pronti a tutto ed esperti: già, perché oltre al blitz funambolico, sono anche riusciti a disinnescare l'impianto d'allarme, collegato tramite satellite alla sala operativa della polizia. "Evidentemente - ragiona lo stilista - sono stati così abili da impedire che partisse il segnale: nessuna traccia, anche sul mio cellulare connesso all'antifurto".

Tags:
fiorucci







A2A
A2A
i blog di affari
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.