A- A+
Milano

Anno dopo anno si ripete il più classico tra gli appuntamenti cittadini. La Fiera del Perdono, giunta alla sua 452^ Edizione, torna infatti tra noi con le sue manifestazioni, alcune delle quali consolidate da antica data, altre collocate lungo itinerari di innovazione, capaci di rispondere alle esigenze del ventunesimo secolo. La stagione della Fiera si estende per diverse settimane, ma il suo cuore è sempre il Giovedì Santo, nucleo originario nato dalla famosa indulgenza concessa da Papa Pio IV nel 1563.

Sarà, come di consueto, il giorno in cui la Città premierà quanti contribuiscono, o hanno contribuito, allo sviluppo della vita della nostra comunità, e sarà comunque un giorno di festa, perché il Perdono è e rimarrà sempre la festa di Melegnano.

MANIFESTO PERDONO 2015
 

LA STORIA - Da 452 anni la storia della città si identifica con quella della sua Fiera, evento pagano scaturito dalla celebrazione annuale della sacra ricorrenza dell'indulgenza plenaria concessa il 20 gennaio del 1563 da Papa Pio IV attraverso l'emissione di un'apposita Bolla. Le radici del Perdono intrecciano la storia con la leggenda. La leggenda parla della concessione della Bolla sull'indulgenza come di un gesto di riconoscenza di Papa Pio IV, Giovanni Angelo Medici, nei confronti della cittadina sul Lambro, allora Marignano, divenuta nel 1532 marchesato del fratello Gian Giacomo Medici, noto come il "Medeghino". Per generazioni si è tramandato che quando Giovanni Angelo era ancora cardinale sia passato da Melegnano, ma di fronte al rifiuto sdegnoso della cognata (vedova) ad accoglierlo in Castello, sia stato costretto a rivolgersi all'ospitalità della casa parrocchiale di don Battista Pavesi, che lo trattò benissimo, al pari del popolo melegnanese che tributò onori e solidarietà. Quando dunque divenne Papa, Giovanni Angelo si ricordò del bene ricevuto quel giorno a Melegnano e il 20 gennaio del 1563 concesse alla città l'importante privilegio. Al di là dell'indubbio fascino che conserva tutt'oggi, tale tradizione non regge però alla prova dei documenti. Come ha spiegato in diverse circostanze l'autorevole compianto storico della città, don Cesare Amelli, "alla base della concessione del Perdono per Melegnano non sta un'arruffata faccenda familiare, né una storiella curiosa, ma il desiderio forte della Chiesa e del Papa, che portò a termine il Concilio di Trento (1545-1563), di diffondere il senso della preghiera penitenziale e con essa stabilire un confronto tra la nostra vita quotidiana e il Vangelo. Per questo l'unico modo per capire il significato e la preziosità spirituale di questa indulgenza è quello di assistere di persona all'esposizione della Bolla il giovedì santo di ogni anno". La Bolla di Melegnano, inoltre, riveste un'importanza particolare perché è una delle prime ad essere concesse dopo il drammatico strappo di Martin Lutero e degli altri riformatori. Priva di ogni valenza economica, ma autenticamente sincera, la Bolla è stata riconosciuta come valida anche dal Concilio Vaticano II.

Ma il Perdono va oltre la festa religiosa: presto diventa anche fiera popolare e genuina, con il suo corredo di bancarelle di prodotti alimentari, la contrattazione di animali e frutti della terra, l'accorrere della folla dal circondario. Una derivazione cominciata poco dopo la concessione della Bolla, se è vero quanto afferma una nota del 1616 vergata dall'allora prevosto, nella quale si parlava di "immensa folla" che accorreva lungo il Lambro il Giovedì santo per fare acquisti e curiosare. Da allora il binomio festa più fiera è diventato tradizione, sopravvivendo saldamente ai cambiamenti istituzionali, politici, sociali ed economici del Melegnanese.

E' il Novecento a salutare le prime novità quando, gradualmente, si cominciano a costruire altri eventi di richiamo attorno al mercato e allo scambio degli animali. Le due guerre mondiali, certo, non aiutano, ma la volontà degli operatori economici di Melegnano è più forte delle difficoltà legate agli eventi militari. Nel 1923 viene istituito il primo Comitato per la Fiera del Perdono, che punta ad ampliare a tre giorni la durata delle celebrazioni del Giovedì santo proprio allo scopo di promuovere le attività commerciali del territorio anche al di fuori dei confini cittadini. Nel 1934 in piena campagna fascista per la battaglia del grano, contestualmente alla festa viene indetta la "Prima grande rassegna agricola del Melegnanese".

Dal 1946, concluso il secondo conflitto mondiale e in un nuovo clima politico e sociale, la Fiera cambia volto più nettamente; si smorzano i contenuti religiosi, parallelamente a un processo generale di secolarizzazione della società, e assumono sempre più rilievo quelli della ricreazione. Per la prima volta, proprio nel 1946, si introducono nel programma, accanto a mostre e a rassegne zootecniche, altre manifestazioni: mostre di pittura e fotografia, gare sportive, eventi filatelici. Un'evoluzione proseguita fino ad oggi, quando però la dimensione festaiola dell'evento non è più a discapito di quella religiosa, che è stata riscoperta nella sua autenticità, così come sono state scoperte nuove dimensioni importanti, a partire dall'attenzione al patrimonio della città e del suo ruolo sul territorio, che ha proprio nella Festa del Perdono il suo momento più importante e significativo.

452^ FIERA DEL PERDONO PROGRAMMA

FESTA DEL PERDONO – 2 Aprile ore 9.00 – Vie cittadine

Visita delle autorità alle esposizioni

ore 9.30 – Inaugurazione Padiglione espositivo di Piazza Matteotti con spettacolo acrobatico
a cura dell’Amministrazione Comunale e di Unione Confcommercio Imprese per l’Italia Associazione Territoriale di Melegnano

ore 11.45 - Basilica Minore di San Giovanni Battista

Cerimonia religiosa

Esposizione della Bolla del Perdono

ore 12.30 – Cinema di Melegnano - Piazzale delle Associazioni

Cerimonia Civile

Consegna delle benemerenze civiche

Premio "Il Perdonato 2015"

a cura della Pro Loco Melegnano UBI Banco di Brescia

Castello Mediceo - Sale Imperatore e Stagioni

Mostra “Dedicata a Alberto Veca”

a cura dell’Archivio Alberto Veca e Amministrazione Comunale

Castello Mediceo – Cortile d’Onore

Esposizione di moto e biciclette d’epoca

a cura dell’ASD Moto Club Melegnano

Spettacolo di falconeria

a cura dell’Amministrazione Comunale e Unione Confcommercio Imprese per l’Italia Associazione Territoriale di Melegnano

ore 15.30 - Esibizione del Coro delle Mondine – AUSER

Castello Mediceo – Giardino

Laboratori per bambini, spettacolo musicale e teatrale

a cura di Spazio Milk

Realizzazione di un campo scout

a cura del Gruppo Scout Melegnano 1 (AGESCI)

Giochi e intrattenimento

a cura del GEM – Gruppo Educatori Melegnanese

Castello Mediceo – Fossato

Gli animali della fattoria
Arti e Antichi mestieri della vita contadina

a cura dell’Amministrazione Comunale e Unione Confcommercio Imprese per l’Italia Associazione Territoriale di Melegnano

Palazzina Trombini

Mostra filatelico-numismatica

“500° Anniversario della Battaglia di Marignano detta dei Giganti”

a cura dell’associazione Filatelico-Numismatica Melegnanese

Esposizione di Bonsai

a cura di Suiseki Bonsai Club di Melegnano

Oratorio Femminile Viale Predabissi

“Nel Regno del Serpente " Mostra di Rettili vivi

a cura dell' associazione GRIN- Centro Natura

Piazza della Vittoria

Stand delle associazioni melegnanesi

Piazza 4 Novembre

Esposizione di macchine agricole

Via Roma

Esposizione di auto e motoveicoli

Piazza Matteotti

Esposizione stand prodotti vari Spettacoli acrobatici

a cura dell’Amministrazione Comunale e di Unione Confcommercio Imprese per l’Italia Associazione Territoriale di Melegnano

ore 16.00 Concorso panettone con produttori locali (il migliore Panettone “Made in South Milan”)
a cura di Unione Confcommercio Imprese per l’Italia
Associazione Territoriale di Melegnano

Piazza Garibaldi

Via dei Sapori e del Gusto

a cura di Unione Confcommercio Imprese per l’Italia Associazione Territoriale di Melegnano

Piazza Risorgimento

Esposizione di autovetture

a cura di Fiat Massironi

Sede Circolo Artistico – Via 8 Giugno, 5

Mostra “La Primavera”

a cura del Circolo Artistico Melegnano

Sede Scuola Sociale Accademia delle Arti – Via Marconi, 21

“Mostra collettiva dei lavori realizzati dagli allievi dell’Accademia delle Arti (pittura, taglio, cucito, ricamo)
a cura della Scuola Sociale Accademia delle Arti

Piazza Piemonte/Viale Lazio

Sorvola la tua città. Volo in elicottero sulla Città di Melegnano

a cura del Centro Benessere Misaky

Vetrine negozi di Via Marconi, Via Roma, Via Conciliazione e Piazza Vittoria

Mostra ”Il Cammino della Protezione Civile”

a cura della A.V. Protezione Civile Melegnano

Vie cittadine

Esposizione dei commercianti in sede fissa e Bancarelle

Viale Lazio – Viale della Repubblica

“Luna Park”

FIERA DEL PERDONO – 2-6 APRILE

1-26 aprile
Castello Mediceo - Sale Imperatore e Stagioni Mostra “Dedicata a Alberto Veca”
a cura dell’Archivio Alberto Veca e Amministrazione Comunale

2-6 aprile

Campi sportivi Via per Landriano e Piazza Bianchi

XXII^ Edizione Torneo dello scudetto” a cura della A.S.D. Melegnano Calcio

Palazzina Trombini

Mostra filatelico-numismatica

“500° Anniversario della Battaglia di Marignano detta dei Giganti”

a cura dell’associazione Filatelico-Numismatica Melegnanese

Oratorio Femminile Viale Predabissi

“Nel Regno del Serpente " Mostra di Rettili vivi

a cura dell' associazione GRIN- Centro Natura

Piazza Matteotti

Esposizione stand prodotti vari

A cura di Unione Confcommercio Imprese per l’Italia - Associazione Territoriale di Melegnano

Piazza Garibaldi

Via dei Sapori e del Gusto

a cura di Unione Confcommercio Imprese per l’Italia – Associazione Territoriale di Melegnano

Castello Mediceo – Fossato

Gli animali della Fattoria e il Battesimo della sella

a cura dell’Amministrazione Comunale e di Unione Confcommercio Imprese per l’Italia - Associazione Territoriale di Melegnano

Scuola Sociale Accademia delle Arti - Via Marconi, 21

Mercatino dell’usato e delle curiosità

a cura della Scuola Sociale Accademia delle Arti

2-19 aprile
Vetrine negozi di Via Marconi, Via Roma, Via Conciliazione e Piazza Vittoria Mostra ”Il Cammino della Protezione Civile”

a cura della A.V. Protezione Civile Melegnano

3 aprile
Piazza Matteotti “Risottata al pannerone”
a cura di Vivenda Spa
e dell’Amministrazione Comunale

4 aprile
Piazza Matteotti
“Salotti Gastronomici. Degustazioni e informazioni sui migliori prodotti locali” a cura di Slow Food e di Unione Confcommercio Imprese per l’Italia Associazione Territoriale di Melegnano

ore 16.30 - Castello Mediceo- Cortile d’Onore

Dimostrazione di tiro con l’arco

a cura della SSD Arcieri San Bernardo

5 aprile
ore 17.30 - Piazza Matteotti
La cucina giapponese: sfilettatura del pesce e degustazione”
“Spettacolo con tamburi tradizionali Giapponesi”
a cura dell’Amministrazione Comunale e di Unione Confcommercio Imprese per l’Italia -

Associazione Territoriale di Melegnano con AIRG - Associazione Ristoratori Giapponesi di Milano

6 aprile

ore 17.30 - Piazza Matteotti

“Preparazione di tartare e carpaccio, a cura di Andrea Cavalli, chef del blog “Le

Ricette di Casa Cavalli”

a cura di Unione Confcommercio Imprese per l’Italia - Associazione Territoriale di Melegnano e Macelleria Ghianda

5 - 6 aprile Vie cittadine Bancarelle

6 aprile

Piazza Matteotti

“Premiazione Concorsi” 16.00 – 17.00

I RINGRAZIAMENTI

L’Amministrazione comunale vuole esprimere la più sentita gratitudine a tutti coloro che hanno collaborato a ideare, animare, finanziare e organizzare la 452^ Fiera del Perdono.

Un ringraziamento agli operatori commerciali, alla Pro Loco Melegnano, alla Confcommercio Imprese per l’Italia Milano Lodi Monza e Brianza – Associazione Territoriale di Melegnano , agli sponsor MEA, MIOGAS, UBI BANCO DI BRESCIA, un ringraziamento particolare, al personale comunale che, con il proprio costante impegno garantisce la realizzazione dell’evento.

I CONTATTI

Ufficio Fiera Comune di Melegnano

Tel. 02.98208274- 02.98208296

 

ufficio.cultura@comune.melegnano.mi.it

www.comune.melegnano.mi.it

Tags:
melegnanofiera del perdonoprogramma







A2A
A2A
i blog di affari
Luoghi dell’anima: le “piccole case” di Bruno Messina
di Mariangela Turchiarulo
FSBA: ANNULLATE LE SENTENZE DEL TAR DEL LAZIO
Green pass, non l’avete capito? Non serve a controllare il virus, ma voi
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.