A- A+
Milano
Trapianto di rene da donatrice "samaritana": prima volta in Italia

Ha donato un suo rene con un gesto di grandissima generosità ed umanità che ha permesso a ben sei persone di ricominciare una nuova vita. Protagonista una donna di Pavia che non era a conoscenza dell'identità delle persone che avrebbero beneficiato della sua scelta. L'evento è stato coordinato dal centro nazionale trapianti diretto da Alessandro Nanni Costa e ha coinvolto quattro ospedale tra Pavia, Siena, Milano e Pisa, con undici squadre e 150 tra chirurghi, anestesisti, rianimatori impegnati dalle 8.30 di martedì 7 aprile sino alle prime ore di venerdì. Il rene della "samaritana" è stato donato ad una donna di Siena e questo ha potuto innescare una catena di prelievi e trapianti tra cinque diverse coppie di fratelli e sorelle e mariti e mogli, idonei al trapianto da vivente ma con reciproche incompatibilità immunologiche o derivate dal gruppo sanguigno. E' la prima volta che in Italia si verifica un evento del genere, con una complessa rete di trapianti incrociati di rene da donatori viventi innescato dal gesto disinteressato di un primo donatore.

Tags:
renetrapiantosanitàoperazionedonazione organialessandro nanni costa






A2A
A2A
i blog di affari
Nuovo Direttivo alla Camera Civile Salentina
Sanzioni Covid: arrivano le cartelle pazze
Femmmicidi-infanticidi, riflesso di una Italia che non sopporta le difficoltà
di Maurizio De Caro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.