A- A+
Milano
Expo: Verybello.it, flop da "soli" 35mila euro
sito verybello.it

Sito verybello.it, il flop è costato "solo" 35mila euro. Giungono maggiori precisazioni dal ministero dei Beni culturali dopo la pioggia di critiche che ha investito il nuovo portale che raccoglie 1.300 tra mostre, concerti, musei, spettacoli e appuntamenti in calendario in tutta Italia nei sei mesi di Expo. Il popolo del web ha stroncato il sito per numerosi difetti tecnici di configurazione, per la mancanza di versioni in altre lingue e per il nome stesso del portale. Sabato scorso il ministro Dario Franceschini aveva stimato in cinque milioni di euro gli stanziamenti per promuovere i tesori nazionali dell’arte, ma non è questa la cifra incassata da Lola et Labora srl, l’agenzia di comunicazione che ha sviluppato il progetto. Nel mirino anche per numerosi altri aspetti: la registrazione su un dominio privato pur essendo un sito ministeriale, le incertezze sul destino del portale una volta terminata l'esposizione, la mancanza di regole per la gestione della privacy degli utenti, dell'ottimizzazione di tutti i browser e di una versione accessibile alle persone con disabilità visive. Buon ultimo, non è chiaro chi ci guadagnerà dalle operazioni di merchandising correlate al sito ed all'uso del marchio "Very bello".

Tags:
very bellositoexpo






A2A
A2A
i blog di affari
Mattarella e Draghi, immagine dell’Italia responsabile e pragmatica
Di Ernesto Vergani
Incostituzionale l'indeducibilità dell'IMU per le imprese: ora i rimborsi
Matrimonio tra Pascale e Turci, l'altro significato...
di Maurizio De Caro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.