A- A+
Milano
Welfare: 11 milioni di euro per il piano infanzia del Comune di Milano

Sono 11 i milioni di euro in arrivo dal nuovo piano infanzia di Palazzo Marino per il welfare milanese, con al centro il sostegno alle famiglie, alla tutela dei minori e dei bambini ospedalizzati. Il piano conferma la partnership con il terzo settore, con progetti che riguardano la frequentazione delle attività sportive e culturali già presenti in città, l'utilizzo delle scuole in orario pomeridiano e l'esperienza del 'mutuo aiuto tra le famiglie'. Tra gli interventi del sesto piano figurano infatti stanziamenti per garantire a tutti i bambini e adolescenti le risorse necessarie per fare attivita' sportiva, andare a teatro, imparare a suonare uno strumento musicale; il sostegno da parte di una famiglia a un'altra in difficolta' con la possibilita' anche di ricevere un sostegno economico per attivita' condivise; l'apertura delle scuole anche il pomeriggio e il fine settimana; l'avvio del Garante cittadino dei diritti dell'Infanzia; la prevenzione e il contrasto dei comportamenti a rischio (bullismo, baby gang e atti vandalici).

E l'impegno sul fronte delle politiche sociali, non solo nei confronti dei minori, è stato confermato dal sindaco Giuliano Pisapia, intervenuto ad un convegno su ‘Adolescenti e sicurezza’ nell’ambito della quarta edizione del Forum delle Politiche Sociali: "L’impegno per le politiche sociali è una delle priorità dell’attività del Comune. Un impegno che abbiamo preso con la città, un impegno che continuerà e il Forum delle Politiche Sociali lo dimostra pienamente. E’ uno sforzo gigantesco che non facciamo però da soli, ci aiutano le associazioni, i volontari, tutti coloro che concretamente operano ogni giorno per aiutare chi è in difficoltà, un mondo straordinario che desidero assolutamente ringraziare per la sua professionalità, passione e generosità”.

"Presentiamo - ha proseguito - il primo bilancio di un progetto importante: 'Adolescenti e sicurezza', che abbiamo sviluppato su 15 mesi, da ottobre 2013 a fine dicembre 2014. E’ un progetto pilota che ha coinvolto stabilmente oltre 900 ragazzi e giovani, 140 genitori e circa 200 tra docenti e operatori sociali. Complessivamente le iniziative pubbliche aperte a tutta la cittadinanza (concerti, tornei sportivi, mostre, feste) hanno coinvolto 4mila cittadini. Il senso del progetto è quello di rispondere al rischio di devianza educando ad un senso positivo e partecipato della cittadinanza. Di progetti come questo ce ne sono molti altri e i risultati ottenuti ci spingono ancor di più a proseguire la nostra azione a favore di chi ha bisogno, perché le politiche sociali sono e resteranno basilari per questa Amministrazione”, ha concluso Pisapia.

Tags:
welfarepolitiche socialigiuliano pisapiamilano







A2A
A2A
i blog di affari
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo
Green Pass, prove generali della società del controllo biopolitico totalitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.