A- A+
Auto e Motori
SUV Citroën C5 Aircross: l’ammiraglia in azione al Giro di Lombardia

Si chiama ammiraglia la nave che ospita lo stato maggiore di una forza navale, traslando il concetto si chiama ammiraglia la vettura più rappresentativa di una Casa automobilistica. Le due definizioni si fondono perfettamente in SUV Citroën C5 Aircross. Abbiamo seguito il Giro di Lombardia per vedere l’ammiraglia Citroën dell’AG2R Citroën Team in azione.

 

La passione e la vicinanza allo sport sono da sempre nel DNA della Casa del “Double Chevron”. Dopo l’impegno diretto nelle competizioni, in particolare nei rally, oggi è sponsor co-partner del l’AG2R Citroën Team, e fornisce alla squadra una flotta di 26 veicoli, tra cui 11 ibridi plug-in (6 SpaceTourer, 9 SUV C5 Aircross, 11 SUV C5 Aircross Hybrid Plug-In).

 

Abbiamo avuto il privilegio di seguire una delle competizioni più caratteristiche di fine stagione, soprannominata la classica delle foglie morte perché si svolge all’inizio di ottobre: Il Giro di Lombardia detto anche “Il Lombardia”. A bordo di un accogliente, spazioso e brillante SpaceTourer abbiamo seguito non tanto e non solo la gara, ma soprattutto le due ammiraglie con cui il Direttore Sportivo e il suo staff seguono e dirigono la squadra.

 

Ciò che un’ammiraglia deve essere in grado di assolvere è un compito complesso, soprattutto perché deve soddisfare contemporaneamente caratteristiche apparentemente in antitesi. Lo spiega Julien Jurdie, Direttore Sportivo di AG2R CITROËN TEAM: Il ciclismo è uno sport di resistenza. Per quattro o sei ore, rimango seduto in un’automobile che diventa anche un vero ufficio.

 

La vettura deve prima di tutto essere comoda per agevolare l’attività dello staff a bordo, contemporaneamente deve essere capiente e capace di sopportare il carico sul tetto di quante più biciclette possibili, ma anche pezzi di ricambio e attrezzatura meccanica, dotazioni mediche, viveri e borracce per gli atleti e non solo. Ma deve anche essere sufficientemente compatta per muoversi agilmente tra ciclisti, pubblico e tutti i mezzi, moto e auto, al seguito della gara, per essere pronta a entrare in azione in ogni momento salvaguardando sempre la sicurezza di tutti.

 

Quando uno dei corridori è in difficoltà, l’ammiraglia deve essere in grado di intervenire e raggiungerlo il più rapidamente possibile. Prosegue Julien Jurdie: È lì che bisogna essere bravi, non mollare mai, trovare le parole giuste per i corridori. Saper far leva sui veri valori della squadra. E Citroën ci fornisce tutti gli elementi necessari per ottenere buone prestazioni e accompagnare i nostri corridori alla vittoria.

 

SUV Citroën C5 Aircross offre proprio tutte queste caratteristiche: in una lunghezza di soli 4,5 metri ha un bagagliaio dalla capacità fino a 600 litri, disponendo di un versatile e modulare divano posteriore composto da tre singole sedute che possono, secondo le necessità, essere abbattute o ribaltate, oltre a poter scorrere lungo guide che per 15 cm di escursione. Il massimo è offerto i sedili anteriori denominati “Advanced Comfort”, comodi come poltrone ma capaci di contenere come un sedile sportivo.

 

Occorre anche che sia molto veloce e con un’eccellente tenuta di strada: nelle discese i ciclisti raggiungono velocità molto elevate, anche oltre gli 80 km/h, ed essendo leggeri frenano molto più rapidamente di un’automobile per percorrere alla giusta velocità tornanti e curve strette. Grande assetto, quindi, che SUV Citroën C5 Aircross offre attraverso le sospensioni dotate della tecnologia “Progressive Hydraulic Cushions” in grado di livellare tutte le asperità del terreno: buche, solchi, dossi e altri elementi sulla carreggiata, vengono assorbiti dalle sospensioni con un’efficacia sorprendente, offrendo quel che è stato ribattezzato l’effetto tappeto volante.

 

Completano l’opera tutte le più moderne tecnologie di assistenza alla guida, in grado di offrire quella sicurezza in più a chi, guidando, deve contemporaneamente svolgere molte attività che posso, inevitabilmente, distogliere parte dell’attenzione alla sola guida. Tutti i più moderni ADAS di cui SUV Citroën C5 Aircross è equipaggiato mettono chi sta alla guida nella condizione di avere un compagno di lavoro su cui puoi fare grande affidamento anche nelle condizioni più imprevedibili.

 

La cronaca della competizione diventa poco rilevante rispetto all’adrenalina che corre a fiumi nel nostro Citroën SpaceStar. Incrociamo la corsa in punti differenti e cogliamo l’ammiraglia in azione, proprio mentre lungo la parte finale della salita del Ghisallo riceve da un concorrente la copertura indossata dalla partenza: il tempo sta per migliorare e non occorre più. Tra le valli bergamasche ecco che l’altra ammiraglia informa l’ambulanza che il concorrente soccorso sta meglio: un gesto rapido e inequivocabile.

 

Giungiamo così in tempo per assistere alla volata finale a Bergamo. Il pubblico è tutto per il bergamasco Fausto Masanda che in volata non riesce a sopravanzare il fortissimo sloveno Tadej Pogacar ma il boato e l’euforia non si placa per incitare gli altri con giungono sgranati. La fatica non è terminata per tutti, seguiamo ancora i meccanici dell’AG2R Citroën Team che, con una rapidità sbalorditiva, smontano le ruote dalle biciclette per riporle nel camion. La vittoria non è stata raggiunta questa volta, ma il team sa che non tarderà ad arrivare.

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    citroen c5 aircorssgiro di lombardia
    in evidenza
    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    Corporate - Il giornale delle imprese

    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    i più visti
    in vetrina
    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"



    casa, immobiliare
    motori
    Gruppo Renault festeggia il 1° anniversario della Refactory

    Gruppo Renault festeggia il 1° anniversario della Refactory


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.