A- A+
Politica

"Bindi non si dimette? E' un problema molto serio per la maggioranza. E' quantomeno sorprendente che un politico esperto non comprenda che non si puo' presiedere una commissione come l'Antimafia se si e' espressione solo di una parte mentre si appoggia con altre forze un governo di larghe intese. Auspichiamo che qualcuno nel Pd lo spieghi bene all'onorevole Bindi". Lo dichiara il presidente dei senatori del Pdl Renato Schifani.

Rosy Bindi non si deve dimettere dalla presidenza dell'Antimafia, "ma dia un segnale rinunciando all'indennita' di 3000 euro al mese che le spetta per questo ruolo". Cosi' Matteo Renzi, parlando a Radio 24. Renzi suggerisce alla neo presidente di rinunciare"alle prerogative di collaboratori, staff e dintorni, rimanga presidente". E dato che e' stata eletta in Calabria, "apra un ufficio a Reggio Calabria dove potrebbe andare ogni settimana per impegnarsi ancora di piu' contro la criminalita'".

Renato Brunetta, presidente dei deputati del Pdl, in una nota afferma: "All'eversore Renzi, asfaltatore di uomini, idee e valori, rispondiamo molto volentieri: in una coalizione non si possono porre veti, come fa sempre il Partito democratico, senza accettare la reciprocita'. Si informi prima di parlare e di dire stupidaggini. Ricordo infine che contro la Bindi era, e mi pare sia ancora, soprattutto la sua corrente all'interno del Pd. Mah, misteri divini...".

Tags:
antimafiaschifanibindi

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti

Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.