A- A+
Politica
Europarlamento, chi sono gli assistenti. Stipendio fino a 7mila euro al mese

Non è necessaria la laurea per fare l'assistente


Una carica molto ambita in particolare dai giovani: diventare assistente di un parlamentare europeo. La figura è diventata attualissima in questi giorni con lo scandalo delle tangenti del Qatar legate ai mondiali di calcio che ha travolto l'eurocamera e in particolare il gruppo dei socialisti. Quello dell'assistente di un parlamentare Ue è il ruolo tra i più ambiti per i ragazzi che approdano a Bruxelles in cerca di lavoro. Per ricoprire questo ruolo serve un master in studi europei nella capitale belga o al Collegio d'Europa di Bruges, ma i background possono essere diversi e non è necessariamente richiesta la laurea per fare l'assistente.

È a discrezione dell'eurodeputato scegliere i propri collaboratori in base alla fiducia riposta nella persona, all'impegno dimostrato in campagna elettorale, alle competenze rispetto alle Commissioni affidate al deputato, all'esperienza maturata nelle istituzioni europee, alla conoscenza delle lingue straniere (l'inglese è un pre-requisito, ma serve almeno un'altra lingua europea scritta e parlata in modo corretto, preferibilmente francese o tedesco). L'assistente può avere un ruolo di segreteria e gestione dell'ufficio o di consulenza politica. Ma che cosa attrae questi giovani, che spesso hanno un curriculum di tutto rispetto e che devono scegliere di vivere per un periodo a Bruxelles? In genere vedono questa esperienza in modo temporaneo. C'è, però, anche chi sceglie di rimanere per due o tre mandati, quindi, per dieci o quindici anni.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
assistente europarlamentareqatar gateqatar-gate





in evidenza
Al via le riprese del primo docufilm sulla vita privata di Alberto Sordi

Guarda le immagini

Al via le riprese del primo docufilm sulla vita privata di Alberto Sordi


in vetrina
Meteo: freddo a ripetizione. Weekend gelido con neve

Meteo: freddo a ripetizione. Weekend gelido con neve


motori
Alfa Romeo, dal DTM alle Super 2000 in scena al Museo Alfa di Arese

Alfa Romeo, dal DTM alle Super 2000 in scena al Museo Alfa di Arese

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.