A- A+
Politica

Di Pietro Mancini

Dopo i "peones", che stanno abbandonando la nave del vecchio Cavaliere, in una sorta di 8 settembre del berlusconismo, dovrebbero fare l'autocritica e scusarsi  per esser diventate big della Seconda Repubblica, sfruttando non la loro  intelligenza, bensì l'indubbia avvenenza, molte delle "amazzoni", o favorite", di Silvio. E', infatti, deprecabile vendere i voti, ma non lo è di meno far carrierona, facendo leva sul notorio gradimento del Capo del Pdl per le donne più belle e giunoniche, modello Veronica Lario di 30 anni fa, che intelligenti. Al gallismo, alla volgarità, alle battutacce, alle candidature, che premiano l'aspetto fisico e le fidanzate dei dirigenti, le prime a ribellarsi e a dire basta dovrebbero dire le big e le militanti del Pdl.  Basta, insomma, con "Forza Gnocca"! La "nuova" Forza Italia, che Capezzone e Verdini, non proprio Moro e de Gasperi, stanno progettando, sarà un movimento leggero, senza segretario e autofinanziato, con lo statuto del 1994. E, tra gli obiettivi, ci sarà il presidenzialismo. I coordinatori regionali saranno dei manager, non provenienti dalla Casta.

Dettagli importanti, ma non determinanti. La composizione delle liste verrà decisa, democraticamente, sulla base delle capacità e dell'assiduità ai lavori parlamentari? Oppure dalla assistente del Dottore di Arcore, la statista campana, sen.Maria Rosaria Rossi, fedele esecutrice della volontà e dei gusti del Capo, invitata a prestar attenzione non ai meriti e alle qualità, bensì all'obbedienza e al servilismo. Anche, e soprattutto questo, è stato il berlusconismo, che ha ereditato gli aspetti peggiori del craxismo. Dunque, prima di tornare a gridare "Forza Italia !", come in occasione dei partitoni della dignitosa Nazionale prandelliana, iscritti e simpatizzanti, appartenenti a quei settori dell'elettorato, che non voterà mai a sinistra, verifichino se le novità saranno di facciata. Oppure, come essi auspicano, sostanziali e profonde.

Tags:
forza gnoccaberlusconi
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Jeep Gladiator: il pick-up da off-road

Jeep Gladiator: il pick-up da off-road


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.