A- A+
Politica

"Io ho una fotografia chiarissima della situazione: l'Italia non e' piu' una democrazia, la Magistratura si e' trasformata in un contropotere capace di sovrastare i poteri legislativo ed esecutivo". Lo ha detto Silvio Berlusconi alla presentazione di un libro su Bettino Craxi. Questo paese non ha imparato a votare, quindi, c'e' una situazione di un Paese non governato e non governabile" e tale sara' ancora "soprattutto se viene fatta una legge proporzionale, ci sara' solo la possibilita' di un governo di larghe intese e difficilmente potra' essere tra Fi e Pd, ma sara' un accordo tra Pd e M5S, ovvero giustizialismo che si somma all'ipergiustizialismo". -

Parlando del futuro, Silvio Berlusconi tiene a precisare che "non ci potra' piu' essere un accordo tra Fi e Pd, visto come il Pd si e' comportato facendo un accordo con la Magistratura per assassinare il leader del centrodestra e portare a compimento il disegno di vent'anni di eliminarmi dalla scena".Alla presentazione di un libro su Bettino Craxi, Silvio Berlusconi torna a parlare della sentenza Mediaset e fa un parallelo con quanto ha subito l'ex leader socialista sul fronte umano e giudiziario: "Anch'io sono stato colpito da una sentenza ingiusta e ho avuto una tale indignazione che ho perso il sonno e non sono riuscito ad uscire di casa per un mese".

"Un uomo buono, giusto e molto generoso". Silvio Berlusconi intervenendo alla presentazione del libro su Bettino Craxi offre questo ricordo del leader socialista. Berlusconi, inoltre, sottolinea che "non si e' arricchito lasciando la sua famiglia non in una situazione agiata ma neanche nel benessere...""Bettino - ricorda ancora Berlusconi - era il contrario di quanto veniva scritto nella stampa: non mi ha mai chiesto nessun finanziamento, anzi quando glielo offrii - stavamo passeggiando nel parco di Arcore - mi disse che se gli avessi fatto ancora un'offerta del genere non sarebbe piu' venuto a trovarmi", e' stato distrutto dal "comunismo, una ideologia la piu' criminale della storia dell'uomo, aveva ragione a dirlo. Il suo non era una latitanza, ma un esilio non certo durato, ha subito un'infamia, tanto dolore e indignazione. Purtroppo da allora la storia non e' cambiata".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
berlusconiitaliademocrazia
in evidenza
"Un film che rimarrà nella storia" Ennio , intervista al produttore

Esclusiva/ Parla Gianni Russo

"Un film che rimarrà nella storia"
Ennio, intervista al produttore

i più visti
in vetrina
Cristina d'Avena in salsa piccante: "Sesso o cibo? Difficile scegliere"

Cristina d'Avena in salsa piccante: "Sesso o cibo? Difficile scegliere"


casa, immobiliare
motori
Mercedes e Luminar insieme per accelerare sulla guida autonoma

Mercedes e Luminar insieme per accelerare sulla guida autonoma


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.