A- A+
Politica
Bossi snobbato da Tosi e Salvini. Nella Lega e nell’angolo

Umberto Bossi cerca di fare da paciere tra Flavio Tosi e Matteo  Salvini ma senza successo. Entrambi infatti respingono al mittente i suoi appelli. Un segno sempre più evidente dell'emarginazione del fondatore del Carroccio, una volta sempre alla ribalta, ora relegato in un angolo. Partiamo dal sindaco di Verona a cui ha il Senatùr ha chiesto di scrivergli per farlo rientrare nella Lega, aggiungendo che cacciarlo è stato uno "svarione. Non butto fuori chi è con noi da 20 anni. E prima di farlo uscire semmai - ha spiegato ancora Bossi - avrei fatto l'accordo con Forza Italia nel Veneto, ora c'è il rischio che lo faccia lui".

La replica di Tosi non si è fatta attendere:  "Ormai siamo abituati e andiamo avanti con molta serenità", ha detto Tosi, ricordando che "la Lega una mediazione l'ha sempre cercata, ma è una cosa che Salvini non ha voluto perché come primo scopo aveva quello di liberarsi di Flavio Tosi e in maniera arrogante persegue lo scopo e in maniera altrettanto arrogante ha replicato dicendo che faremo la fine dei vermi".
Anche Salvini risponde picche al fondatore del Carroccio, ribadendo che non farà nulla per ricucire col sindaco scaligero: "La vicenda di Tosi è ormai acqua passata. Gli spazi elettorali per la candidatura di Tosi contro Zaia erano stati assegnati due mese fa, quindi qualcuno aveva già scelto Alfano contro Zaia due mesi fa. Saranno i veneti a decidere. Auguri".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
bossisalvinilegatosicarrocciosenatùr
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

i più visti
in vetrina
Intelligenza artificiale Covisian tra i protagonisti della 3ª edizione dell'AI Week 2022

Intelligenza artificiale
Covisian tra i protagonisti della 3ª edizione dell'AI Week 2022


casa, immobiliare
motori
Tre propulsioni elettrificate per la nuova Kia Niro

Tre propulsioni elettrificate per la nuova Kia Niro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.