A- A+
Politica
E la Camera si rifà il look per il giuramento di Mattarella

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella si e' dimesso dalla Corte Costituzionale. Lo riferisce, con una nota, Palazzo della Consulta al termine della camera di consiglio che si e' svolta questa sera. La Corte, in seduta non giurisdizionale, "ha preso atto della nota, con la quale il presidente della Repubblica eletto, prof. Sergio Mattarella, ha comunicato di non poter piu' esercitare le funzioni di giudice costituzionale, in seguito alla sua elezione". La Corte, si legge ancora nel comunicato, "ha conferito al prof. Sergio Mattarella il titolo di giudice costituzionale emerito e gli ha formulato fervidi auguri di buon lavoro".

MARTEDI' ALLE 10.00 IL GIURAMENTO - Ventuno salve di cannone dal Gianicolo, il passaggio delle frecce tricolori, la campana di Montecitorio che suona a distesa: domani Sergio Mattarella giurera' da tredicesimo Presidente della Repubblica Italiana, ed iniziera' il suo lavoro al Quirinale. Montecitorio, dove si svolgera' la cerimonia, e' stata tirata a lucido per tutta la giornata, complice anche il fatto che oggi non erano previste sedute. Tappeti rossi sistemati con grandi passaggi di aspirapolvere, passamano lucidati se d'ottone o ritinteggiati se verniciati. Il nuovo Capo dello Stato fara' il suo ingresso alle 10,00.

Ad accoglierlo il Presidente della Camera, Laura Boldrini, che lo accompagnera' in Aula. Mattarella pronuncera' la breve formula di rito di fronte ai grandi elettori che sabato, con maggioranza molto ampia (665 voti)lo hanno eletto: deputati, senatori e rappresentanti delle regioni. Quindi si assistera' al suo discorso di insediamento. Sara' quantomai asciutto, in osservanza dello stile sintetico sfoderato gia' fin dal primo istante di questo settennato. Quanto ai contenuti, le parole centrali paiono essere speranza e partecipazione ai problemi delle classi meno agiate e piu' provate dalla crisi. Tra i presenti si da' per certo anche Silvio Berlusconi, in quanto leader di partito ed ex presidente del Consiglio. Beppe Grillo invece pare abbia declinato l'invito. Finito il discorso, il Presidente - ormai entrato nel pieno delle sue funzioni - verra' scortato al Quirinale a bordo della Lancia Flaminia del '64, la vettura ufficiale della Presidenza. Insieme a lui i corazzieri, divenuti automaticamente con il giuramento i garanti della sua sicurezza personale. Al Quirinale trovera' il Presidente del Senato Pietro Grasso, che dal 14 gennaio ha ricoperto l'incarico di Capo dello Stato supplente. Poi il vero e proprio passaggio di consegne, con il predecessore Giorgio Napolitano. Mattarella e Napolitano, non a caso, si sono gia' visti ieri sera per oltre un'ora. Domattina completeranno il lavoro di studio dei dossier rimasti aperti. Le prime giornate saranno dedicate alla composizione dello staff. Da sabato ad oggi il neoeletto Presidente e' stato visto affiancato da alcuni amici, cui e' legato da profonda stima, ma da sempre in questi casi non si lascia trapelare ne' un respiro, ne' un sussurro.

Altro punto che deve essere affrontato e' quello logistico: dove andra' ad abitare? Scalfaro e Pertini decisero di tornare ogni sera a casa propria, Napolitano e Ciampi optarono per il Quirinale. Per Mattarella la scelta sembra obbligata: non ha una casa a Roma, e finora ha abitato nella foresteria della Corte Costituzionale.

Tags:
mattarellacameragiuramento
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

i più visti
in vetrina
Claudia Romani attaccante di sfondamento: 4 gol (foto da urlo!) per l'Italia

Claudia Romani attaccante di sfondamento: 4 gol (foto da urlo!) per l'Italia


casa, immobiliare
motori
Peugeot 308 cambia faccia con la nuova sw

Peugeot 308 cambia faccia con la nuova sw


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.