A- A+
Politica

"Con Giulio Andreotti muore una personalita' che, nel bene e nel male, ha espresso lo spirito piu' profondo della Dc". E Fabrizio Cicchitto spiega che "per lui la mediazione era l'essenza della politica e andava esercitata con tutti, dal Pci ai grandi gruppi economico-finanziari, agli alleati politici fino anche - si legge in una nota dell'ex capogruppo Pdl alla Camera - alla mafia tradizionale, mentre invece - e' il distinguo di Cicchitto - condusse una lotta senza quartiere contro quella corleonese". Cicchitto aggiunge ancora che Andreotti, "fedele in modo totale, in una prima fase, all'Alleanza Atlantica, in una seconda persegui' intese e rapporti anche con l'URSS e il mondo comunista. Egli diede anche espressione a quella parte della Dc che scelse di avere rapporti preferenziali con il mondo arabo nella moltelplicita' delle sue espressioni". "Rispetto a De Gasperi e anche a Moro e a Fanfani egli e' stato piu' l'uomo della continuita' e della normalita' della gestione del potere - conclude - che non il protagonista di grandi progetti politici e di grandi cambiamenti strutturali".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
mafiaandreotticicchitto
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Nuovo Ranger, creato da Ford ma ideato dai suoi stessi clienti

Nuovo Ranger, creato da Ford ma ideato dai suoi stessi clienti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.