A- A+
Politica
Elezione diretta e federalismo? Non pervenuti


Di Ernesto Vergani
 

Mentre i jihadisti tornano a colpire in Africa attraverso gli Shebab somali dimostrando di essere totalmente privi di ragione, mentre il mondo si sofferma sull'intesa tra i  "5 + 1" e l' Iran sul nucleare, in Italia sembra che tutto scorra alla luce di una Pasqua tranquilla.
Papa Francesco lava i piedi ai detenuti di Rebibbia, il neo ministro delle Infrastrutture  Graziano Delrio dopo aver giurato lascia  il Quirinale, una vignetta di un importante quotidiano rappresenta il presidente del Consiglio Matteo Renzi come un re e la ministra delle Riforme Costituzionali, Maria Elena Boschi, come una regina.

A guardar meglio sotto il cielo italiano c'è tanta confusione. Si parla sempre più  della nuova legge elettorale, il cui iter entrerà a breve nella fase decisiva, come di un fatto irreversibile. Così come dovrebbe essere, alla luce anche della riforma della Costituzione, Matteo Renzi e il suo partito avranno un grande potere davanti a sé.

Perché il posto di Maurizio Lupi (Ncd) di ministro delle Infrastrutture è stato preso da Graziano Delrio (Pd) e non da un altro esponente del Ncd?
La minoranza Pd ha un approccio solo negativo di critica alla legge elettorale. Le richieste di modifica dovrebbero essere fatte per migliorare un impianto positivo, in questo caso sembra che si sia  arrivati a uno scontro su un impianto imposto dall'alto. Come si è giunti a ciò?

Sicuramente due principi essenziali della democrazia liberale sono quelli della elezione diretta (declinabile in più forme) e del federalismo e questi due punti nella riforma complessiva della democrazia italiana in atto (riforma della Costituzione più Italicum) risultano non pervenuti. Persino Matteo Salvini, segretario della Lega Nord, pone raramente l'accento sul federalismo...

Tags:
democrazia

i più visti

casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.