A- A+
Politica


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)

Il governo Letta ha due papà: Giorgio Napolitano e l'Unione europea. Ora succede che uno dei due genitori, quello che abita a Bruxelles, boccia senza appello la Legge di Stabilità, ovvero il provvedimento più importante dell'esecutivo. Un cortocircuito imprevisto e dalle conseguenze imprevedibili. Le opposizioni di M5S, Lega e Fdi attaccano e sparano sull'Ue. Il Pdl è nervoso e contesta Bruxelles, il Pd invece è in forte imbarazzo. Per la sinistra italiana, da Prodi (ex numero uno della Commissione) in poi, l'Europa è stata sempre un dogma. Una sorta di Bibbia da rispettare in modo acritico. "Lo ha detto l'Europa. Così vuole Bruxelles", le frasi più gettonate. Ma se un premier di larghe intese gradito proprio all'Europa viene sonoramente bocciato che succede? Letta da oggi è più debole. E' come se fosse stato diseredato e disconosciuto da uno dei suoi papà. La sovranità appartiene al popolo. Ma in tempo dell'Europa delle banche e della finanza la legittimità viene prima dalle istituzioni europee. E ora non c'è più. Un bel pasticcio, proprio grosso. Ora che si fa? Si cambia la Legge di Stabilità che già non è tenera e che scatena le proteste di piazza di studenti e sindacati? Si aumentano le tasse per rientrare col debito? E la crescita? E la ripresa, come la agganciamo? Il tutto mentre il governo già vacilla sulla questione della decadenza di Berlusconi. Peggio di così. Letta continua? Da oggi non ne siamo così sicuri...

Tags:
letta
in evidenza
Fedez e J-Ax, pace fatta "Un regalo per Milano e..."

La riconciliazione

Fedez e J-Ax, pace fatta
"Un regalo per Milano e..."

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia

Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.