A- A+
Politica


Di Ernesto Vergani

Durante la conferenza stampa di fine anno, Matteo Renzi evidenzia i risultati conseguiti e auspica ritmo, ma evita su certi temi di entrare nel dettaglio e persino usa  una terminologia insolita.
Circa l'applicazione del Jobs act agli statali, il premier ricorda che Jobs Act e disegno di legge Madia sono due ambiti distinti e  che la questione degli statali sarà risolta in Parlamento proprio con la riforma  Madia.  Così per spiegare come si risolverà la diatriba su cui si sono concentrati i media in questi giorni, utilizza un lessico inusuale e in apparente contraddizione con l'urgenza delle riforme pure illustrate nel corso della conferenza (articoli costituzionali, fisco, giustizia, lavoro): "basta avere pazienza".
Alla domanda su quale sarà il metodo utilizzato per la scelta del nuovo capo dello Stato dopo le ormai certe e imminenti dimissioni di Giorgio Napolitano, il premier ha risposto che a tutt'oggi c'è un presidente della Repubblica  e che la questione sarà affrontata al momento secondo il percorso costituzionale e il confronto tra i partiti.
Al giornalista che chiedeva riguardo al caso dei due marò italiani e al destino di Massimiliano Latorre invitato dalla giustizia indiana a tornare a Delhi, il premier ha parlato dell'India come di un Paese amico e alleato e dei canali diretti e "legittimi" intrapresi, ma ha eluso l'interrogativo:  il fuciliere di Marina rimarrà in Italia?
Sulle elezioni anticipate in Grecia che potrebbero portare al governo il partito di sinistra e anti-austerità Syriza,  in un contesto in cui le Borse hanno negativamente reagito alla notizia e alla luce di anni di salvataggio della Grecia da parte della Troika (Commissione europea, Banca centrale europea e Fmi),  il presidente del Consiglio ha detto che non mette il naso in vicende di altri Paesi e che si relaziona con l'attuale premier Antonis Samaras.
 

Tags:
renzi
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Jeep Gladiator: il pick-up da off-road

Jeep Gladiator: il pick-up da off-road


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.