A- A+
Politica


"Bisognerà aspettare l'insediamento del nuovo parlamento, poi l'autorita' giudiziaria emettera' l'ordine di esecuzione della misura cautelare per Nicola Cosentino rimasta sospesa in virtu' dell'immunita' parlamentare". Così Stefano Montone, avvocato dell'ex sottosegretario all'Economia del Pdl che entro venerdi' andra' in carcere per effetto delle due ordinanze di custodia cautelare emesse dai due gip del tribunale di Napoli nel 2009 e nel 2011. Al momento non e' ancora nota la struttura in cui Cosentino, allo scadere del suo mandato di parlamentare, si dovrebbe costituire. Tra le ipotesi, oltre ad una delle case di reclusione campane (Napoli o Benevento) e' possibile che si presenti in un penitenziario fuori regione. "C'e' massima discrezione su questo punto - ha affermato Montone - si evitera' la spettacolarizzazione, sotto il profilo amministrativo sara' il Dap a decidere". Intanto, il tribunale del Riesame di Napoli, dove i legali di Cosentino hanno presentato ricorso contro la decisione dei giudici di Santa Maria Capua Vetere di non revocare la misura cautelare, ha acquisito tutti gli atti relativi ai procedimenti penali di Cosentino, ma non ha ancora fissato l'udienza in cui si decidera' della sorte dell'ex coordinatore Campano del Pdl.

Tags:
cosentinocarcere
in evidenza
Astrid, la sexy tifosa del Chelsea ora va in gol su Onlyfans

Foto da... ko tecnico!

Astrid, la sexy tifosa del Chelsea ora va in gol su Onlyfans


in vetrina
ASPI continua l'ammodernamento: attivo il Road Zipper System

ASPI continua l'ammodernamento: attivo il Road Zipper System


motori
FOCUS2R: due ruote sempre più protagoniste

FOCUS2R: due ruote sempre più protagoniste

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.