A- A+
Politica


Crimi chiede scusa a Napolitano dopo la "frase infelice" rivolta al capo dello Stato che ha sollevato polemiche. Il capogruppo M5s al Senato, infatti, durante l'incontro con i parlamentari cinque stelle dopo le consultazioni, aveva scherzato parlando di un Napolitano tenuto sveglio da Grillo. "Sto ricevendo tante segnalazioni in merito al fatto che avrei offeso il capo dello Stato per una mia frase estrapolata dalla diretta streaming di una riunione in cui raccontavo esito dei colloqui - ha scritto su Facebook - Ho ribadito più volte che si sono svolti cordialmente e che il presidente è stato attento a quanto da noi enunciato e ho fatto riferimento a quanto detto dallo stesso Beppe amichevolmente direttamente al presidente, che dopo averlo conosciuto non utilizzerà più appellativo di Morfeo. Non era mia intenzione offendere il presidente e ho già chiamato il Quirinale per chiarire onde evitare che si danneggi l'immagine del movimento per una mia frase estrapolata dal contesto".

"Ricordo - ha detto in proposito Crimi - che le nostre riunioni si svolgono in diretta streaming e nel corso di esse si parla liberamente, senza discorsi preparati e preconfezionati o artefatti e può capitare di dire qualcosa che risulti infelice come esposizione... Questa è comunque trasparenza, come la si.voglia mettere. Le mie scuse al Presidente qualora abbia inteso le mie parole come offensive... E spero che i giornali trovino cose più importanti di cui parlare che vivisezionare ogni nostra parola...".

 

I GIORNALISTI? MI STANNO SUL C... - "I giornalisti e le tv li sto rifiutando tutti perche' mi stanno veramente sul c...zo, cercano solo il gossip". Parola di Vito Crimi, intervistato da RadioLuiss per La Zanzara su Radio 24, nell'anticipazione dell'intervista che andra' in onda questa sera alle 18.30. "Noi finora non abbiamo fatto un c...zo - aggiunge il capogruppo M5S al Senato - abbiamo solo votato per scegliere cariche. Lunedi' si individuano le commissioni, poi vengono convocate dopo due settimane, poi le convocano per scegliere i presidenti, che poi le convocano. Cioe' passiamo un mese e mezzo senza fare un c...zo con uno stipendio che e' quello che e'...". "Per le istituzioni il rispetto e' immenso - assicura - non per le persone che le hanno frequentate. Per quelli zero rispetto, non lo meritano. E vedere nell'aula certi personaggi che ancora girano, Formigoni, Scilipoti, gente che ha detto di aver preso due milioni di euro, gente che ha pagato. Oggi e' uscito un articolo sul Fatto Quotidiano, i condannati sono quarantasei. L'aula e' qualcosa di sacro ma il Parlamento in questi ultimi anni e' stato stuprato", e' l'analisi dell'esponente grillino.

Tags:
criminapolitano
in evidenza
Berardi ciliegina dello scudetto Leao deve 20 mln allo Sporting

Le mosse del Milan campione

Berardi ciliegina dello scudetto
Leao deve 20 mln allo Sporting

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Arriva in Italia nuova Kia Niro, silenziosa ed ecologica

Arriva in Italia nuova Kia Niro, silenziosa ed ecologica


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.