A- A+
Politica
Csm,dubbi toghe sulla riforma Bonafede. Di Matteo: "Favorisce le correnti"

"Complessivamente non mi pare una buona riforma, dice il consigliere del Csm Nino Di Matteo, rispondendo a 'La Stampa' sulla riorganizzazione del Csm approvata venerdì dal governo. L'ex pm antimafia vede "la volontà di una reazione improntata alla velocità, per lo più apparente, e l'intento demagogico di dimostrare all'opinione pubblica di voler porre fine a fenomeni degenerativi nel Csm e in parte della magistratura. Ma senza individuare e intaccare le patologie: correntismo, collateralismo con la politica, carrierismo, burocratizzazione e gerarchizzazione degli uffici di Procura". Secondo Di Matteo, il sistema elettorale del Csm disegnato da Bonafede è "inadeguato alla soluzione del problema, può aggravarlo" perchè "a scapito di minoranze e candidati indipendenti, favorirà le correnti a più forte radicamento territoriale. Il cui potere, che non si esplica solo alle elezioni, non sarà scalfito senza riforme radicali".

CSM: ERMINI, CON RIFORMA BONAFEDE DIVENTA ORGANO BUROCRATICO

La discrezionalità del Csm ''viene ridotta, rischia di ''diventare un'organo burocratico, e la Costituzione gli dà tutt'altro rango''. Lo dice il vice presidente del Csm David Ermini in un'intervista a 'La Repubblica' sulla riforma del Csm del guardasigilli Alfonso Bonafede. Il sorteggio, secondo Ermini è ''un sistema inaccettabile'' e per le commissioni del Csm ''è proprio una forzatura". Se sia una riforma anti-inciuci e accordi sotto banco, dice Ermini, ''bisognerà verificare. Il problema è la scelta degli uomini. Questo conta per evitare gli inciuci. Di certo la discrezionalità del Csm viene ridotta, ma dentro un'assemblea collegiale gli accordi è fisiologico che ci siano. Il problema è che devono puntare ad elevare il livello della scelta, non al ribasso pur di rispondere a interessi di gruppo, perché in questo caso diventano inciuci. Insisto, il Parlamento avrà modo di migliorare la legge anche con il nostro contributo che sarà espresso nel futuro parere". "È positivo che oltre il 50% dei giudici sia composto da donne - sottolinea - Abbiamo finalmente una donna al vertice della Cassazione. È giusto che la parità ci sia pure al Csm. Oggi non c'è. Se il Parlamento e i giudici non lo fanno da soli, la legge deve obbligarli"

Loading...
Commenti
    Tags:
    di matteocsmbonafede
    Loading...
    in evidenza
    Canalis, la lingerie è da infarto Eli sensualissima sul letto. Le foto

    Diletta, Belen e... Le foto delle vip

    Canalis, la lingerie è da infarto
    Eli sensualissima sul letto. Le foto

    i più visti
    in vetrina
    Grande Fratello Vip 5: GREGORACI-PRETELLI, DIRTY DANCING. E GARKO...

    Grande Fratello Vip 5: GREGORACI-PRETELLI, DIRTY DANCING. E GARKO...


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Ford ST, il graffio di Ford arriva anche in Europa

    Nuova Ford ST, il graffio di Ford arriva anche in Europa


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.