A- A+
Politica
Dalla canottiera di Bossi alla felpa di Salvini, nuovo asse Lega-FI

Dalla canottiera di Umberto Bossi alla felpa di Matteo Salvini. Forza Italia e la Lega Nord sono orientate a presentarsi insieme, alle prossime elezioni regionali.

Il giovane leader del Carroccio ha anticipato quelli che considera i "pilastri" dell'auspicato accordo con il declinante Berlusconi : meno tasse, meno debito, meno disoccupazione.

E il Mezzogiorno, sinora trascurato dal governo Renzi-Alfano? Lo sanno i contraenti del nuovo patto elettorale che, nel 2013, il Prodotto interno lordo, per abitante, è stato di 33,5 mila euro nel Nord-ovest, di 31,4 mila euro nel Nord-est e di 29,4 mila euro nel Centro mentre il Sud, con un livello di Pil pro-capite di 17,2mila euro, ha presentato un differenziale negativo molto ampio ? Il suo livello è stato inferiore del 45,8 per cento a quello del Centro-Nord. Mentre la spesa per i consumi delle famiglie è risultata pari a 18,3 mila euro per abitante nel Centro-Nord e a 12,5 mila euro nel Mezzogiorno.

I più recenti dati dell'Istat fotografano, insomma  un Sud, che frana sempre di più. Tornando ad allearsi con un partito antimeridionalista, come la Lega, Forza Italia-che riscuote consensi, seppure in misura largamente inferiore al passato, nelle regioni meridionali- condivide il cosiddetto "teorema meridionale", secondo il quale, senza il Sud, l'Italia sarebbe più ricca e crescerebbe di più" ? E la colpa del mancato sviluppo del Mezzogiorno-disprezzato dai leghisti come la terra dello spreco, dell'inefficienza, delle mafie- è, unicamente, delle classi dirigenti meridionali, corrotte e incapaci, mentre i finanziamenti pubblici sono il problema e non la soluzione : meno se ne stanziano, meglio è?

Non vanno, certo,  taciute, nè negate, le pesanti responsabilità degli attuali politici meridionali, il loro vittimismo e la loro scarsa autorevolezza e l'incapacità di farsi ascoltare a Roma.

Ma, se torneranno a emergere, nel rinnovato "asse" del Nord, "orfano" del pugliese Fitto, inviso all'ex Cav., posizioni analoghe a quelle, vecchie, di Umbertone Bossi ("i politici del Sud li teniamo sotto il tiro dei nostri fucili !"), per i meridionali, per l'esecutivo, e per tutto il Paese, ci saranno nuovi, e tutt'altro che infondati, motivi di preoccupazione e rischi incombenti  di più acute tensioni sociali.

Pietro Mancini

Tags:
bossisalvinilegaforza italia
in evidenza
"Speriamo che sia femmina": la politica può essere sexy? Scoprilo alla Piazza, crocevia delle elezioni!

La kermesse di Affari dal 26 al 28 agosto - Il programma

"Speriamo che sia femmina": la politica può essere sexy? Scoprilo alla Piazza, crocevia delle elezioni!


in vetrina
Scatti d'Affari ATIU, protagonista del più importante round di equity crowdfunding 2022

Scatti d'Affari
ATIU, protagonista del più importante round di equity crowdfunding 2022


casa, immobiliare
motori
Dacia Spring: l’elettrica oltre gli incentivi

Dacia Spring: l’elettrica oltre gli incentivi


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.