A- A+
Politica


Lancia un "grido d'allarme" per i ritardi del governo, anche alla luce dell'incontro avuto ieri a Roma, che "non e' stato per nulla incoraggiante". Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, esprime preoccupazione sulla questione dell'anticipazione dei fondi dovuti al Comune di Napoli dopo l'adesione al decreto 174. "Abbiamo fatto quello che richiedeva la normativa nazionale - aggiunge - ci era stato detto che i primi fondi sarebbero arrivati subito, mentre siamo gia' a marzo e le date di aprile e maggio rischiano di essere insopportabilmente lontane". Da' atto al ministero dell'Interno di aver "ancora una volta rispettato la tempistica" e rivolge un appello alla forze politiche e ai tecnici del ministero dell'Economia, affinche' si faccia in fretta. Dedica invece poche parole al declassamento del rating del Comune da parte di Fitch, una decisione che "non significa assolutamente nulla. Si tratta di parametri nazionali - spiega - all'interno dei quali ci danno una stelletta o ce la tolgono. Noi pensiamo a risolvere i problemi della citta'".

Tags:
de magistrisrisorsenapoli
in evidenza
La fitness model Roberta Carluccio si lancia sulla folla ma viene palpeggiata

Il video scandalo

La fitness model Roberta Carluccio si lancia sulla folla ma viene palpeggiata


in vetrina
Automotive ALD2Life continua a crescere: nel 2022 quattromila nuovi contratti

Automotive
ALD2Life continua a crescere: nel 2022 quattromila nuovi contratti


casa, immobiliare
motori
Nave Destriero: da 30 anni un record imbattuto

Nave Destriero: da 30 anni un record imbattuto


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.