A- A+
Politica

Un 'no' deciso alla richiesta di dimissioni dell'opposizione e un "percorso ordinario che faccia stare la citta' sull'orlo del baratro". Aprendo la seduta del Consiglio comunale, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ribadisce la risposta al leader dell'opposizione Gianni Lettieri, legata al diniego della Corte dei conti sul Piano di riequilibrio pluriennale. "Non mi dimetto, non scappo", chiarisce il primo cittadino, assicurando di essere pronto a fare "qualunque cosa per Napoli, anche a camminare scalzo", purche' non gli si chieda di fare "inciuci o compromessi", perche' in questo caso "la porta e' chiusa". Riferendodegli incontri avuti nei giorni scorsi a Roma, de Magistris puntualizza che non e' stata chiesta alcuna legge speciale per Napoli, ma "un percorso ordinario".

Tags:
de magistris
in evidenza
Festival Economia: "Professione Manager" Perrino ospita Scaroni e Fiorani

Il direttore di affaritaliani a Trento

Festival Economia: "Professione Manager"
Perrino ospita Scaroni e Fiorani

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Arriva in Italia nuova Kia Niro, silenziosa ed ecologica

Arriva in Italia nuova Kia Niro, silenziosa ed ecologica


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.