@Tommaso5mani

lorenzo dellai@Tommaso5mani

lorenzo dellai@Tommaso5mani

lorenzo dellai
A- A+
Politica

Di Tommaso Cinquemani
 twitter@Tommaso5mani

lorenzo dellai
"Come Scelta Civica abbiamo chiesto a Letta di istituire una cabina di regia per discutere preventivamente le questioni di governo". Lorenzo Dellai, capogruppo di Sc alla Camera, con una intervista ad Affaritaliani.it rimarca la sua fiducia in Letta, ma avverte: "In questo momento delicato della vita del governo ci preoccupiamo di trovare il metodo giusto per affrontare preliminarmente problemi che diversamente si traducono in fibrillazioni". E sull'elezione di Daniela Santanché a vicepresidente della Camera: "Per fortuna il destino del governo non lo sceglie il vicepresidente. Questo è l'unico governo possibile, lo sa anche Berlusconi".

Onorevole Dellai, Scelta Civica è in procinto di lasciare il governo Letta?
"Assolutamente no. Sbaglia chi ha preso le parole di domenica di Mario Monti come un annuncio di presa di distanza dal governo da parte di Scelta Civica. Noi lavoriamo per la stabilità dell'esecutivo ed è per questo che abbiamo chiesto degli incontri, come già ce ne sono stati in queste settimane, tra i partiti di governo, per definire una linea comune".



"Giovedi' mattina faremo l'incontro di maggioranza e risolveremo tutto". Lo ha detto Il premier Enrico Letta, ai giornalisti che gli chiedevano delle fibrillazioni interne alla maggioranza e, in particolare, della posizione espressa da Scelta Civica.

"Sono convinto - ha aggiunto Letta - che come e' accaduto sempre in questi 60 giorni risolveremo i problemi che ci sono con atteggiamento costruttivo e attento alla concretezza dei problemi". In particolare, a chi gli chiede dell'ultimatum di Monti e delle parole del capo dello Stato che dice di non vedere nell'ex premier un fare aggressivo, Letta ribadisce: "giovedi' mattina faremo questo incontro e risolveremo tutto".

"Qui mi occupo delle questioni che hanno a che fare con la mia visita in Israele, con i tanti argomenti importanti per l'Italia e per la pace. La politica italiana ha i suoi problemi, giovedi' mattina avremo un incontro della cabina di regia della maggioranza". Lo ha detto il premier Enrico Letta, rispondendo alle domande dei giornalisti sulle fibrillazioni interne alla maggioranza che sostiene il suo governo.

Una sorta di 'cabina di regia'?
"Sì, in questo momento delicato della vita del governo ci preoccupiamo di trovare il metodo giusto per affrontare preliminarmente problemi che diversamente si traducono in fibrillazioni, ultimatum, distinguo, soprattutto tra i due partiti principali".

Sul tema della Giustizia il Pdl avrebbe dovuto parlarne prima con gli alleati?
"Il tema della Giustizia crea fibrillazioni di per sé. Diciamo che quando si è in un una maggioranza comune è buona regola condividere con i partner iniziative che possono creare discussioni. Noi non chiediamo, come qualcuno fa da un'altra parte, al governo qualcosa, noi vogliamo concorrere a costruire queste scelte, con grande responsabilità. Ed è per questo che abbiamo chiesto di fare questa cabina di regia sui provvedimenti più delicati".

Presto si dovrà eleggere il nuovo vicepresidente della Camera. Il Pdl, a cui spetta l'indicazione del candidato, ha scelto Daniela Santanché. La 'pitonessa', come lei stessa si è definita, ha attaccato più volte il governo, chiedendo che si torni alle urne. E' un pericolo per Letta?
"Per fortuna non è il vicepresidente della Camera a decidere le sorti del governo".

Però è indicativo che il Pdl abbia scelto, per un ruolo così importante, una persona che vorrebbe mandare a casa il premier Letta, no?
"Ci sono nei partiti dinamiche talvolta imperscrutabili".

Insomma, lei si fida delle rassicurazioni di Berlusconi sulla tenuta dell'esecutivo?
"Prendo atto che il Presidente Berlusconi non ha nessuna intenzione di far cadere il governo. E' arcinoto inoltre che anche se questo governo cadesse sarebbe necessario comunque fare uno sforzo di continuità della legislatura. Ed è noto che in questo momento non ci sono alternative a questo governo. Ma soprattutto mi fido del fatto che sia il Pd che il Pdl sono coscienti del fatto che il Paese non sopporterebbe un'altra crisi".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
lorenzo dellailettagovernopdlsantanhcé
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
Peugeot: la filosofia della guida elettrica

Peugeot: la filosofia della guida elettrica


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.