A- A+
Politica

di Elisa Merlo

L'Arcivescovo di Genova è tornato a difendere la famiglia tradizionale, quella fondata sul matrimonio: "Non sia messa sotto scacco da una cultura insistente e monocorde che pretende di 'ridefinire' il volto stesso dell'amore favorendone la fragilità, anziché aiutarlo a superare anche per il bene dei figli, le inevitabili prove... snaturare la famiglia significa scendere nel più profondo fino a toccare le corde dell'umano e sciogliere la persone dentro rapporti liquidi e insicuri". Dio mio, ma che vuol dire? La cultura che vede diversi tipi di famiglia, fondate soprattutto sull’amore, è una cultura “monocorde”? E quella che vede un solo tipo di famiglia ed è ossessionata dal terrore che questa venga messa sotto scacco, e che la “cultura monocorde e insistente” possa sciogliere (non nell’acido!) le persone dentro a rapporti liquidi e insicuri, come la si può definire? Dio mio, ma che cosa dice il cardinale Bagnasco?

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
bagnasco
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Toyota svela la nuova Yaris GR SPORT

Toyota svela la nuova Yaris GR SPORT


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.