A- A+
Politica

Dopo il flop di Forza Italia alle elezioni, tra gli azzurri si cerca disperatamente un nuovo leader. E nello studio di Mattino 5 il direttore di Affaritaliani.it Angelo Maria Perrino "lancia" Marina Berlusconi: "E' giovane, donna, con un cognome che entusiasma i forzisti". Che ormai nel centrodestra ci sia bisogno di una nuova guida, è cosa certa. Anche Luigi Amicone, ideologo di Cl, lo ipotizza: "Anche Silvio lo sa, e penso che chiamerà presto il Nuovo Centrodestra". Ovviamente le ipotesi per il post-Silvio sono tanti, ma la primogenita pare essere la prima scelta. Giovanni Toti, capolista di Fi nel collegio Nord-Ovest e primo degli eletti, oltre ad essere il consigliere politico dell'ex Cavaliere, intervistato da Affaritaliani.it prende tempo ma non smentisce: "Piano, non c'è fretta. D'altronde le elezioni politiche non sono dietro l'angolo. Sicuramente il nuovo nei programmi, nelle idee e nella classe dirigente ha pagato. Ha pagato negli altri partiti e anche all'interno del nostro. E quindi immagino che la strada da seguire sia quella, poi vedremo. Intanto cerchiamo di allargare il Centrodestra riaprendo il dialogo con tutti quelli che si risconoscono nel Ppe".

Insomma, Marina può essere quella ventata di novità che ci vuole. Con tutti i se e i ma del caso, però. Tanti remore anche dello stesso Berlusconi, che in un'intervista esclusiva ad Affaritaliani.it, prima delle elezioni, confessava: "Mi viene chiesto spesso se il candidato potrebbe essere Marina. L’ho già detto con chiarezza: sono convinto che Marina abbia tutte le qualità per fare politica. La competenza, la determinazione, la sensibilità necessarie, ma personalmente farò tutto il possibile perché questo non avvenga. Questo per due ragioni: perché sta facendo molto bene in azienda, dove sarebbe difficile sostituirla, e soprattutto perché da padre non la vorrei davvero vedere esposta a tutto quello che ho dovuto subire io, in termini di aggressione personale, familiare, giudiziaria". Auspicio di proteggere una figlia che, di fronte al baratro del partito, potrebbe però trasformarsi in una dura scelta di ragion politica.

*****************************************

LEGGI L'INTERVISTA INTEGRALE A GIOVANNI TOTI: MARINA BERLUSCONI? NON C'E' FRETTA...

"Piano, non c'è fretta. D'altronde le elezioni politiche non sono dietro l'angolo". Con queste parole Giovanni Toti, consigliere politico di Forza Italia e braccio destro di Silvio Berlusconi, intervistato da Affaritaliani.it, risponde alla domanda se non sia venuto il momento di Marina Berlusconi vista la richiesta di rinnovamento venuta fuori dalle urne. "Sicuramente il nuovo nei programmi, nelle idee e nella classe dirigente ha pagato. Ha pagato negli altri partiti e anche all'interno del nostro. E quindi immagino che la strada da seguire sia quella, poi vedremo. Intanto cerchiamo di allargare il Centrodestra riaprendo il dialogo con tutti quelli che si risconoscono nel Ppe".

Come può ripartire il Centrodestra dopo queste elezioni europee?
"Continuando con il percorso di rinnovamento che il presidente Berlusconi ha già iniziato nello scorso autunno, quando ha chiuso il Pdl ritornando a Forza Italia, ha chiesto a tutti i suoi dirigenti di aprire le porte del partito diventato troppo autoreferenziale e chiuso, ha rilanciato i club sul territorio riportando la gente all'interno del partito. Quindi non c'è dubbio che servano nuovi programmi, un nuovo radicamento territoriale, nuove idee e anche proseguire con il ricambio e il rafforzamento della classe dirigente. In queste elezioni il nuovo è stato evidentemente premiato: è stato premiato Renzi, è stato Salvini che ha saputo rinnovare profondamente la Lega Nord. Anche personalmente il risultato che ho avuto nella circoscrizione Nord-Ovest, 150mila preferenze, dà l'idea che la scelta del presidente di rinnovare è azzeccata. E la strada è quella".

Ci saranno le primarie da oggi in poi?
"Non lo so. Un paio di giorni per pensarci lasciateceli".

Visto che parla di rinnovamento, potrebbe essere arrivato il momento di Marina Berlusconi?
"Piano, non c'è fretta. D'altronde le elezioni politiche non sono dietro l'angolo. Sicuramente il nuovo nei programmi, nelle idee e nella classe dirigente ha pagato. Ha pagato negli altri partiti e anche all'interno del nostro. E quindi immagino che la strada da seguire sia quella, poi vedremo. Intanto cerchiamo di allargare il Centrodestra riaprendo il dialogo con tutti quelli che si risconoscono nel Ppe".

Sarà possibile mettere insieme Berlusconi, Salvini e Alfano?
"C'è stata una coalizione con i loro parti per 20 anni in questo Paese. Non sarebbe una novità e non è impossibile".

Berlusconi come ha accolto i risultati delle elezioni?
"Evidentemente non sarà soddisfatto...".

Hanno pesato i servizi sociali?
"Ha pesato il fatto che il presidente Berlusconi non abbia potuto fare liberamente la campagna elettorale guidando i moderati. E' stata una campagna mutilata. Il nostro leader ha potuto andare in giro poco e anche il veto su alcuni argomenti ha pesato. E' il frutto della stortura della nostra giustizia che da tempo denunciamo. Scelte sbagliate della Magistratura".

Colpa dei magistrati se Forza Italia non è andata bene?
"No. Parlo delle condizioni che si sono create: una condanna ingiusta che non gli ha concesso di fare la campagna elettorale come avrebbe voluto e potuto. E la responsabilità è di una sentenza sbagliata. La colpa è di alcuni magistrati, non di tutti".

Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)
 

Tags:
marina berlusconi

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti

Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.