A- A+
Politica

Caro Direttore,
lo scorso 11 settembre è uscito su Affaritaliani.it un articolo
su un mio libro nel quale compaiono numerose imprecisioni. Il titolo del libro è questo "E io non pago!" e non "Lei non sa chi sono io. Gli onorevoli che ci hanno provato". L'autore di questo articolo, Pietro Mancini, non ha evidentemente letto il mio libro visto che il caso di Eugenio Scalfari è stato pubblicato in bella vista a pagina 132 e ss. Devo aggiungere che nel mio libro non è assolutamente stato inserito alcun provvedimento sull'attuale presidente della Regione Liguria Burlando. In merito alla segnalazione fatta su Craxi non credo sia vera. La vicenda venne alla luce perchè Scalfari era popolarissimo e lo stesso Scalfari non si preoccupò di nasconderla pubblicando una lettera di fuoco al sindaco di Milano. Aggiungo anche un altro elemento. Scalfari riteneva che il beneficiario per parcheggio per privilegiati fosse appannaggio del questore Guida, ma in realtà si trattava di un medico di guardia al pronto soccorso ferroviario. Per questa ragione le chiedo di pubblicare queste mie precisazioni nel suo quotidiano online. Con amicizia, la ringrazio.

Lanfranco Palazzolo

 

LEGGI L'ARTICOLO DI PIETRO MANCINI

Tags:
pietro mancinigoverno

i più visti

casa, immobiliare
motori
Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio

Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.