A- A+
Politica


Di Antonino D'Anna

beppe grillo 650

La pattuglia era di otto candidati, gli eletti sono quattro. La Comunità di Sant'Egidio, che si è spesa molto nella Lista Monti, totalizza due senatori e due deputati a queste elezioni. Per contro, nel PD i quattro cattopiddì scelti da Bersani per “soffiare” voti al Professore hanno dato un risultato diverso: tre eletti su quattro presentati. E nel mondo cattolico, dicono ad Affari, c'è chi si inizia a fare delle domande, vista anche l'affermazione di Beppe Grillo che si sta trasformando nello spauracchio cattolico. Certo, il cardinale presidente della CEI Angelo Bagnasco ieri ha detto di non entrare nel merito delle elezioni e di aver constatato il “forte messaggio” inviato dagli elettori alla politica italiana. Ma mentre il fondatore della Comunità Andrea Riccardi, ministro uscente della Cooperazione Internazionale annuncia che tornerà alle sue attività nel campo del sociale (nel quale, va detto, Sant'Egidio opera da decenni in maniera più che meritoria), in CEI c'è chi si morde le mani e riflette sul fatto che queste elezioni sono state un duro colpo per il mondo cattolico in politica.

SENATO...- Nel Veneto viene eletto Gianpiero Dalla Zuanna, classe 1960, inserito in lista su segnalazione diretta di Riccardi. Capolista, il demografo ha scanzato il montezemoliano Fabio Gava. Adesso porterà alla Camera alta del nostro Paese le sue idee in tema di regole di ingresso ed espulsione, puntando sulla cittadinanza ai figli degli immigrati dopo un ciclo scolastico (la linea dello ius culturae ribadito da Riccardi). La Lombardia vede inoltre l'elezione del ciellino Mario Mauro, transitato nella Lista Monti tra qualche perplessità dei suoi amici del movimento fondato da don Luigi Giussani.

...E CAMERA- Il collegio Lombardia 2 consegna un altro deputato a Sant'Egidio. Precisamente una deputata: la romana Milena Santerini, classe '53 e docente di Pedagogia alla Cattolica di Milano. Impegnata nella Comunità fin dagli inizi, segue i progetti educativi per l'infanzia e le attività di promozione delle adozioni internazionali nel mondo (così riporta il sito del Family 2012). Dal collegio Lazio 1 arriva invece Mario Marazziti, il portavoce della Comunità. Giornalista, dirigente Rai classe '52, editorialista del Corriere e già presidente dell'Istituto Mediterraneo di Ematologia.

CATTOPIDDI', ELETTI 3 SU 4- La pattuglia democratica conclude bene la sua missione: salvo Edo Patriarca, sono stati eletti tre dei quattro scelti da Pierluigi Bersani per soffiare voti al Professore. Si tratta di Emma Fattorini, senatore PD per la Basilicata, e due deputati: dalla Sicilia Flavia Nardelli Piccoli, la segretaria dell'Istituto Sturzo guidato da Roberto Mazzotta, e dal collegio Lombardia 2 arriva Ernesto Preziosi, dirigente dell'Istituto Toniolo di Studi Superiori (la cassaforte della Cattolica). In pratica, da due direzioni diverse, dalla Cattolica arrivano due deputati: Preziosi e la Santerini: non male. A proposito: Preziosi è stato molto critico sull'endorsement a Monti, e lo ha detto proprio qui ad Affari. Per lui l'affondamento di Todi 3 e la forte spinta al Professore, ha osservato, sono state: “Una falsa partenza, credo che cioè il modo esclusivo e non inclusivo in cui ci si è mossi abbia bruciato la possibilità di tentare un soggetto politico fuori dai vecchi contenitori, nuovo e potenzialmente unitivo anche di tanti credenti che oggi si trovano stretti nelle rispettive case”.

SI RIPARTE DA TODI, MA GRILLO...- Ecco, il soggetto politico fuori dai vecchi contenitori. È proprio questo il problema di fondo. Malgrado il prestigio di una figura come Riccardi (che – dicono - nel mondo montiano era dato come possibile ministro degli Esteri nel caso in cui il successo della lista del Professore fosse stato determinante, o addirittura come possibile candidato montiano nella corsa al Quirinale), adesso in CEI ci si chiede seriamente fino a che punto possa essere in difficoltà il percorso della presenza cattolica in politica. Il fatto è che c'è chi si attacca, con una certa speranza, ad una previsione fatta da Mauro Magatti, sociologo della Cattolica e intellettuale di peso nel mondo cattolico, che in vista delle elezioni aveva ipotizzato un risultato poco entusiasmante di Monti alle elezioni, seguito da una nuova consultazione tra 6 mesi/un anno. Ci sarebbe stato quindi tempo per una Todi4, magari con l'intervento CEI, in grado di creare un forte partito cattolico in grado di far sentire la sua voce in Parlamento. Il problema è, osservano gli scettici, che il calcolo magattiano non teneva conto allora di quanto le elezioni hanno dimostrato: e cioè che Beppe Grillo e il suo M5S, partito peraltro non tenero con la Chiesa (e votato anche da cattolici, a quanto pare), hanno preso il 25%. E ad un nuovo turno potrebbero superare il 30. E' lui, insomma, il nuovo spauracchio del mondo cattolico: che ha visto evaporare i suoi voti verso il Movimento 5 Stelle. Un avversario col quale bisognerà trovare un modus vivendi. Al più presto.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
chiesagrilloelezioni
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Toyota presenta la nuova Corolla Cross

Toyota presenta la nuova Corolla Cross


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.