A- A+
Politica
Esclusivo: domattina l'incontro. Ecco il nuovo patto Renzi-Silvio


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


L'atteso incontro tra Matteo Renzi e Silvio Berlusconi si terrà domani mattina. Lo ha appreso Affaritaliani.it da una fonte ai massimi livelli di Forza Italia. Il presidente del Consiglio e l'ex Cavaliere sono chiamati a ratificare la nuova intesa sulla legge elettorale. L'ipotesi più probabile, salvo colpi di scena dell'ultima ora, prevede la parziale introduzione delle preferenze. Il capolista di ogni circoscrizione verrà nominato dal partito e sarà quindi bloccato. Ma tutti gli altri eletti verranno scelti con il metodo delle preferenze. In questo modo il Pd spera di accontentare il Nuovo Centrodestra di Alfano e l'Udc di Casini e Forza Italia va incontro alle richiesta di Lega e Fratelli d'Italia. Possibili modifiche anche sulle soglie di sbarramento: si parla di alzare la soglia al 40% per evitare il ballottaggio e di diminuire al 4% quella per l'ingresso alla Camera.  Fonti di Forza Italia smentiscono categoricamente le voci di una possibile offerta di Berlusconi a Renzi di un appoggio esterno al governo.

ITALICUM, RENZI OTTIMISTA

Il premier Matteo Renzi è ottimista, ora che al Senato la riforma costituzionale sembra avviata verso una veloce approvazione in prima lettura. "Quanti avrebbero scommesso 20 giorni fa che saremmo arrivati dove siamo? E' una cosa storica. E' stato ridotto il numero delle persone che vivono con la politica e di politica. La politica sta facendo la sua parte", ha affermato il premier fermato dai giornalisti per le strade del centro di Roma. Sui tempi invita a tenere alta la guardia: "Bisogna avere il passo del maratoneta, non quello dello sprinter. Gli italiani ci chiedono di cambiare e noi cambieremo".

Anche sulla legge elettorale il presidente del Consiglio è convinto di poter chiudere a breve. "Ci vuole la capacità di fare le riforme e io sono ottimista che troveremo un accordo sulla legge elettorale e poi dobbiamo concentrarci sui problemi veri delle persone e lo stiamo facendo" ha detto Renzi. Neo prossimi giorni, forse domani, dovrebbe avvenire l'incontro con Silvio Berlusconi per stabilire le modifiche da apportare all'Italicum: si parla dell'introduzione delle preferenze, ma con il capolista bloccato, di alzare la soglia al 40% per evitare il ballottaggio e di diminuire al 4% la soglia sbarramento.
 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
renziberlusconi
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

i più visti
in vetrina
Meteo, Hannibal e un maggio bollente: fino a 51 gradi. Previsioni

Meteo, Hannibal e un maggio bollente: fino a 51 gradi. Previsioni


casa, immobiliare
motori
Incentivi auto 2022: Stellantis guida la transizione zero emissioni in Italia

Incentivi auto 2022: Stellantis guida la transizione zero emissioni in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.