A- A+
Politica

"Berlusconi fa quello che ha sempre fatto: dà ordini. La natura della sua personalità è incompatibile con opinioni diverse dalla propria. Chi non è d'accordo o viene cacciato o se ne va. Tutta intera la sua filosofia si riassume nella concezione aziendale, o padronale, o proprietaria: ognuno la chiami come vuole. Ma finche' si tratta del Milan e di Mediaset, passi. Non è invece accettabile nel caso di un partito politico". Gianfranco Fini commenta la frase di Silvio Berlusconi rivolta ai dissidenti del Pdl 'Guardate come e' andata con Fini...' e in un'intervista alla Stampa fa riferimento al cosiddetto 'metodo Boffo': "Siccome la ferita e' ancora aperta - dice - tutto questo mi indigna. Ci sono quelli che solo oggi scoprono l'acqua calda, magari perche' hanno paura di restarne scottati". Il riferimento e' ad Angelino Alfano? "A tutti e a nessuno in particolare - risponde - ma chi aveva gli occhi per vedere, gia' nel mio caso avrebbe dovuto denunciare l'uso di metodi intimidatori che nulla hanno in comune con la liberta' dell'informazione. Si va a rovistare nel privato, si mette in moto una macchina del fango, si spargono rappresentazioni calunniose...". Per l'ex presidente della Camera Berlusconi "non e' ancora fuori gioco. Nel Paese un consenso, sia pure calante, gli rimane". E aggiunge: "Sono convinto che lui controlli tuttora i due terzi del partito. Ma l'epilogo del ventennio e' alle porte. E lo spazio invaso dal berlusconismo prima o poi verra' occupato da altri. Il mio auspicio e' che siano i giovani a farsi protagonisti, perche' non esistono uomini per tutte le stagioni".

Tags:
finialfano
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Gladiator: design autenticamente Jeep

Gladiator: design autenticamente Jeep


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.