A- A+
Politica
"Berlusconi su Putin? Non c'è alcuna ratio, è narcisismo patologico"
Silvio Berlusconi 

Berlusconi? "Ormai è problema serio, prima di tutto per Forza Italia"
 

"Francamente non c'è più una ratio. Anche l'interpretazione malevola per cui queste affermazioni servono per minare il governo Meloni regge solo fino a un certo punto. Credo che siamo di fronte all'ultima traccia di un narcisismo patologico che porta Berlusconi a essere sempre al centro dell'attenzione sparando su ogni argomento. Si tratta di una situazione grave ma patologica che va affrontata non più con una prospettiva politica". Marcello Veneziani, intellettuale di destra, scrittore ed editorialista, commenta con Affaritaliani.it il nuovo audio "rubato" con le parole di Silvio Berlusconi durante la riunione con i deputati di Forza Italia nella quale, di fatto, parlando della guerra Russia-Ucraina dà tutta la colpa a Zelensky e sposa la linea del Cremlino.

A questo punto Antonio Tajani, numero due di Forza Italia, rischia di non andare più alla Farnesina? "Penso che alla fine prevarrà il buon senso e all'interno del partito, prima o poi, si renderanno conto che devono diventare autonomi e trattare direttamente loro con Giorgia Meloni e i partiti alleati. Quello di Berlusconi sta diventando un problema serio, prima di tutto per la stessa Forza Italia, che non rientra più nell'ambito della politica".

Ma Forza Italia, lo sappiamo, non ha un leader alternativo... "Non c'è, vero, e dovranno necessariamente passare da una fase collegiale traghettando il partito nell'improbabile speranza che Berlusconi riprenda la pienezza delle sue facoltà", osserva Veneziani. Tra l'altro queste affermazioni, quelle di ieri e quelle di oggi, hanno grande risalto in Europa e Forza Italia fa parte del Partito Popolare Europeo... "Forza Italia farà tutti i tentativi diplomatici per spiegare e allontanare il pericolo di ripercussioni politiche. Ma prima o poi è inevitabile che il partito prenda le distanze dalle dichiarazioni del suo leader. Finora lo fanno Meloni e Salvini, prima o poi dovranno farlo anche gli esponenti di Forza Italia", conclude.

Fonti FdI: "Preoccupanti le parole di Berlusconi. Rischio Vietnam? Si, per Forza Italia"

Una fatica di Sisifo per mettere insieme le tessere del mosaico di governo e poi arriva lui, Silvio Berlusconi, a scombinare il puzzle. Con rischi non indifferenti per il disegno di un esecutivo forte e autorevole al quale sta lavorando la premier in pectore Giorgia Meloni. Che per gran parte della giornata si è smaterializzata rispetto al sistema dell’informazione, per dedicarsi in toto all’impresa.

Tuttavia, per quanto vengano definite "preoccupanti" le uscite del Cav, non sono tali da scoraggiare il presidente Fdi, che con lo stato maggiore del partito continua a mettere a punto le ipotesi per la squadra di governo. Di certo, fonti autorevoli di via della Scrofa, avvicinate dall’Adnkronos, non mostrano segnali di particolare scoramento. Tra occhi al cielo e braccia allargate, replicano così alla domanda se giudichino preoccupanti le parole pronunciate dal Cav ai fini dei tempi della formazione dell’esecutivo: "Sono parole preoccupanti. Ma è un problema per Forza Italia. Più sono inaffidabili, meno spazio avranno". Sempre autorevoli fonti meloniane, tagliano corto, rispondendo alla domanda se questo approccio rischi di rappresentare un "Vietnam" per la formazione e l’azione del governo. "Sì, un Vietnam. Ma per loro".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
forza italia berlusconi governoputin berlusconi governo meloni





in evidenza
Iran, ecco Raisi prima dell'incidente fatale in elicottero: le foto del leader e del suo entourage

Ultimi scatti prima dello schianto

Iran, ecco Raisi prima dell'incidente fatale in elicottero: le foto del leader e del suo entourage


in vetrina
Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire

Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire


motori
Alfa Romeo presenta il nuovo store online

Alfa Romeo presenta il nuovo store online

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.