A- A+
Politica

E' una sorta di 'bignami' dell'impeachment. Cosi', just in case. E' il Mattinale, la nota politica redatto dallo staff del gruppo FI alla Camera, a passare in rassegna regole e casistica della "messa in stato d'accusa del Presidente della Repubblica", "in Italia, chiamata impropriamente 'impeachment'" si rileva prima della disamina step by step della procedura. Con rimandi al caso Stato-mafia e al procedimento che fu chiesto da Carlo Taormina nei confronti di Giorgio Napolitano. Si parte con la tavola che ricorda gli articoli della Costituzione, dall'87 al 91, che riguardano il Presidente della Repubblica. Il capitolo successivo, titolo rosso su campo celeste, riguarda appunto tutte le fasi della messa in stato d'accusa.

LEGGI IL MATTINALE, LA NOTA POLITICA REDATTA DALLO STAFF DEL GRUPPO FI ALLA CAMERA  

Il successivo capitolo e' dedicato ai precedenti, e, dopo il caso Cossiga-Gladio, si ricorda che "nella scorsa legislatura (XVI), il Comitato per i procedimenti d'accusa si e' riunito una sola volta, per decidere in merito ad un atto di denuncia nei confronti del Presidente della Repubblica, a firma di Carlo Taormina (gia' deputato e sottosegretario all'Interno nella XIV legislatura). I fatti premessi alla domanda di messa in stato d'accusa del Presidente Giorgio Napolitano sono quelli relativi ai pretesi contatti tra varie personalita' e uffici della Presidenza della Repubblica e, ancora, con lo stesso Presidente Napolitano, per lo sviluppo delle indagini condotte dalla procura della Repubblica di Palermo in ordine a ipotesi di reato nel quadro della cosiddetta trattativa "Stato-Mafia" a ridosso delle stragi del 1992/93. Secondo Taormina, il Presidente della Repubblica "sarebbe intervenuto" sul Procuratore generale presso la Corte di Cassazione affinche' costui a sua volta intervenisse sui pubblici ministeri nel corso dell'indagine. In data 13 settembre 2012, il Comitato ha approvato all'unanimita' la proposta del presidente Follini di archiviazione della denuncia dell'Avv. Taormina contro il Presidente Napolitano".

"Se Napolitano non fosse il presidente della Repubblica ma fosse il segretario del Pd sono certa che, come ai tempi del Presidente Cossiga, si darebbe molto da fare per la richiesta di impeachment". Lo afferma ad Affaritaliani.it la deputata di Forza Italia Daniela Santanchè commentando quanto scritto da Il Mattinale.

Tags:
forza italiaimpeachement

i più visti

casa, immobiliare
motori
Tecnologica ed elegante nuova DS 4 in arrivo a fine anno

Tecnologica ed elegante nuova DS 4 in arrivo a fine anno


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.