A- A+
Politica
G7 in Puglia, gli inviti estesi anche a Erdogan e Bin Salman sono un caso
Il principe saudita Bin Salman

G7 in Puglia, gli inviti scomodi di Erdogan e Bin Salman

Il G7 che si terrà in Puglia dal 13 al 15 giugno avrà due invitati in più a sorpresa: si tratta del presidente turco Erdogan e del principe ereditario saudita Mohammed bin Salman. Due nomi destinati a creare polemiche e che inevitabilmente coinvolgono l'Italia, presidente di turno del G7, visto che l'evento di Borgo Egnazia è stato organizzato proprio dalla premier Giorgia Meloni. Diversi Paesi africani e sudamericani sono stati invitati ai cosiddetti "outreach meetings", ha riferito Reuters ad aprile, e questa settimana l'Italia ha dichiarato che anche il Presidente degli Emirati Arabi Uniti, lo sceicco Mohammed bin Zayed Al Nahyan, avrebbe partecipato.

Leggi anche: Arabia, Bin Salman si prende il tennis. "Partnership pluriennale con l'Atp"

Se la presenza di Erdogan è stata confermata, resta ancora incerta la partecipazione del principe ereditario dell'Arabia Saudita Mohammed bin Salman, che nel recente passato ha suscitato l'indignazione internazionale dopo che alcune nazioni occidentali lo hanno accusato di avere un ruolo nell'omicidio del 2018 dell'importante giornalista saudita Jamal Khashoggi. Lui ha negato il coinvolgimento nell'omicidio. Secondo i critici, - e lo riporta la Reuters - il G7 opera come un club elitario di nazioni ricche. Nel tentativo di apparire più inclusivo e meno distaccato, da alcuni anni invita altri leader, nella speranza di rafforzare il consenso su questioni critiche come l'Ucraina e le relazioni con la Cina. Anche Papa Francesco sarà tra i partecipanti all'incontro pugliese, dove discuterà delle sfide poste dall'intelligenza artificiale.






in evidenza
Affari in Rete

Politica

Affari in Rete


in vetrina
Ferrero, arriva anche il gelato Nutella: scoppia già la mania per l'ice cream

Ferrero, arriva anche il gelato Nutella: scoppia già la mania per l'ice cream


motori
Stellantis: lancia i software per una mobilità del futuro

Stellantis: lancia i software per una mobilità del futuro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.