A- A+
Politica
Gentile e il giornale non stampato. Bufera per la nomina di Renzi

Da venerdì sappiamo che il Matteino Renzi, prima che a La Pira e a Dossetti, si ispira al pensiero e, soprattutto, alla prassi di Massimiliano Cencelli. Costui, un oscuro funzionario della vecchia DC, è noto ai cronisti parlamentari meno giovani per aver scritto un manuale, sulla cui base i premier della Prima Repubblica erano posti in grado di lottizzare, con precisione quasi scientifica, le poltrone di ministri, sottosegretari e "boiardi" delle Partecipazioni Statali, in primis, of course, quelle, molto ambite, di "mamma" Rai... Quanto alla....Gentile nomina di un notabile calabrese, recordman dei "salti della quaglia" in politica (PSI, PSDI, PRI, PDL e oggi NCD, non potendo prevedere il futuro...), Renzi non ha voluto, o non ha potuto, resistere alle pressioni di Angelino Alfano, a sua volta pressato dai capataz locali. E ha sistemato lo "statista" cosentino- che propose l'assegnazione del premio Nobel all'allora ossequiato Berlusconi- come Sottosegretario di Stato, cioè con lo stipendione pagato da tutti noi, alle Infrastrutture e Trasporti.

Si tratta di uno tra i dicasteri, diretto da Lupi (NCD), con il budget più ricco e tanti incarichi, appaltoni e parcelle, da elargire a clienti e compari. Mentre scrivo queste brevi noti, mi circonda un raggelante silenzio, a parte qualche frecciatina innocua sui social network, dei tanti politici, nominati parlamentari, in Calabria e ai vertici dei partiti : pesano-eccome !- i ricatti, i trasversalismi, le omertà, la convinzione che sia meglio non guastarsela con un clan, ritenuto temibile e vendicativo. E, come diceva il Manzoni, chi il coraggio non ce l'ha non può darselo.

Tace anche Alfano, il ministro siciliano, che dovrebbe combattere le mafie, i clan affaristici, le collusioni della politica con gli spietati boss delle 'ndrine calabresi. Eppure, lo statista, che il Cavaliere ritiene privo di "quid", è il capo del partito in cui si è imbarcata, dopo l'addio a Berlusconi e a Dudù, la famigliona Gentile. Non si rende conto, ministro, del messaggio, grave e inquietante, che, imbarcando Gentile al governo, le manda ? In Calabria, e nel Sud, si va avanti, solo con le prepotenze e le minacce ? Le rotative e i computer di un combattivo giornale calabrese bloccati, la scorsa settimana, per ordine di un senatore della Repubblica ! Un atto, incredibile e indedito, nella sua gravità, tutt'altro che...Gentile. Quel blitz notturno e la promozione governativa di ieri, meglio di tanti articoli, saggi e pesanti discorsi, spiegano, e accentueranno, l'allontanamento dei cittadini, schifati e indignati, a ragione, da quella che, ricordando i Gullo, i Misasi, i Mancini, dovremmo smettere di chiamare politica. A meno che Renzi, dando seguito alle sue promesse di rinnovamento degli uomini e dei metodi, non decida, magari.... Gentilmente ma rapidamente, di revocare quella grave e sconcertante nomina, che ha indignato la Calabria onesta.

Pietro Mancini

Iscriviti alla newsletter
Tags:
gentilerenzigovernosottosegretariviceministri
in evidenza
E-Distribuzione celebra Dante Il Paradiso sulle cabine elettriche

Corporate - Il giornale delle imprese

E-Distribuzione celebra Dante
Il Paradiso sulle cabine elettriche

i più visti
in vetrina
Dati audiweb, Affaritaliani cresce ancora: ad agosto exploit del 40%

Dati audiweb, Affaritaliani cresce ancora: ad agosto exploit del 40%


casa, immobiliare
motori
Stefano Accorsi porta in pista la nuova Peugeot 908 9X8 Hypercar

Stefano Accorsi porta in pista la nuova Peugeot 908 9X8 Hypercar


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.