A- A+
Politica
"Ordini direttamente dal Colle a un ministro di peso prima del CdM"


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


E' gravissima la denuncia del senatore grillino Mario Michele Giarrusso, che ad Affaritaliani.it rivela: "Un tecnico molto qualificato di un ministero importante, non da poco insomma, mi ha confidato sgomento che il suo ministro del governo Letta prendeva direttamente le disposizioni dal Quirinale prima di entrare in Consiglio dei Ministri. Non ho avuto modo di parlare ultimamento con questa persona, ma immagino che certe abitudini siano proseguite anche con Renzi a Palazzo Chigi. Ecco probabilmente spiegate le frizioni tra il premier e il Capo dello Stato".

Il parlamentare del M5S attacca poi Napolitano per quello che è successo sulle riforme: "Basta vedere come ha trattato Grasso, imponendo di fatto la ghigliottina. Non ha voluto nemmeno incontrare le opposizioni che protestavano per quello che è accaduto in Senato sulle riforme, un atto di villaneria che avrebbe dovuto comportare le immediate dimissioni e lo sdegno su tutti i giornali. Ha detto che doveva partire per le vacanze. Bene, ci vadi e ci resti".

Quanto al rapporto Palazzo Chigi-Quirinale Giarrusso afferma: "Napolitano è dentro il governo Renzi. Se non è il capo sono almeno alla pari, anche se è un osso duro il segretario del Pd ed è più difficile fare quello che faceva con Letta e Monti. Entrambi, Renzi e Napolitano, sono pericolosissimi per la democrazia".

Tags:
giarrussonapolitano

i più visti

casa, immobiliare
motori
Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford

Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.