A- A+
Politica

 

beppe grillo 500

I deputati 5 stelle potranno rilasciare interviste ma non a giornalisti gia' catalogati come "inaffidabili" o "in mala fede". In ogni caso, tutto questo avverra' sotto lo sguardo attento del gruppo comunicazione 5 stelle che vigilera' sul modus operandi dei deputati grillini intensificando la sua presenza in transatlantico e nell'atrio di Montecitorio. Sono queste le nuove 'direttive' dello staff comunicazione scritte nero su bianco in una mail che i deputati M5S (ma non i senatori) hanno ricevuto, secondo quanto si apprende, ieri sera. Un vero e proprio giro di vite sul fronte della comunicazione. La mail inaugura la cosiddetta 'Fase 2' della strategia comunicativa dopo "i diversi problemi sorti". Tutto questo, precisa la mail, "non per un'esigenza di controllo ma a garanzia dei deputati". Tra i deputati 5 stelle, pero', secondo quanto si apprende, la reazione non e' positiva e alcuni manifestano "perplessita'". La mail dello staff, inviata ai deputati 5 stelle, sul fronte delle interviste dice: "dopo diversi problemi sorti in proposito - cosi' si legge - intensificheremo la presenza dei componenti del gruppo comunicazione in transatlantico e nell'atrio del palazzo. Non per un'esigenza di controllo ma a garanzia dei deputati. Invitiamo tutti - prosegue la mail - a rilasciare le interviste nella stanza grande del gruppo comunicazione dopo essersi messi in contatto con uno dei componenti. Oltre l'aspetto psicologico del 'giocare in casa' - viene evidenziato - sara' possibile registrare le interviste per ovviare cosi' ai tanti problemi sorti in merito. Invitiamo tutti a declinare le richieste di giornalisti che si sono gia' dimostrati inaffidabili se non, addirittura, in mala fede".

Mentre, sulla 'strategia comunicazione', vengono presi in considerazione diversi aspetti. Intanto, viene sottolineato che "il gruppo comunicazione si e' accreditato presso i media" e che e' stato "raggiunto l'obiettivo minimo di copertura mediatica". Anche se si mette in risalto il fatto che ci sia "grande concentrazione su temi" che vengono definiti "correlati" come "diaria, dissenso, gossip" e "pochissima concentrazione su contenuti e proposte dei deputati". Per questo motivo, nasce quindi la 'Fase 2': "constatata la grande difficolta' a far percepire all'esterno - si legge ancora nella mail - il lavoro dei deputati" la risposta pero' che viene "da un'attenta analisi" e' che "il Movimento proponendosi come antisistemico non puo' che scontrarsi contro il sistema dei media, almeno per quanto concerne quelli tradizionali". Da qui, la volonta' di seguire due binari: quello tradizionale e quello di dare "ampia eco alle iniziative di denunce del Movimento. Tramite il lavoro dei parlamentari e con contatto costante col gruppo comunicazione - prosegue la mail - si possono produrre inchieste da diffondere. L'effetto che si vuole ottenere e' quello di anticipare i temi sviluppati dalla stampa e provare a generare un effetto traino". E quindi, scrive lo staff della comunicazione, "la soluzione ottimale" sarebbe "la creazione di un portale di matrice giornalistica in cui far confluire tutti i contenuti". Altra novita', "per agevolare la conoscenza dei temi del giorno" - si legge ancora nella mail 5 stelle - e' la creazione dell'hastag #persaperlo, che da twitter informera' tutti i deputati sulle 'hot news', le notizie principali della giornata. Infine, la mail informa sotto il titolo 'Linee guida', che con l'avvio delle commissioni permenanenti, cambia l'organizzazione del gruppo per dare piu' rislato ai contenuti e al lavoro dei deputati. E per questo sono state create figure di riferimento per aree tematiche, legate alle commissioni. I deputati hanno letto la mail - cosi' raccontano - con stupore ma soprattutto "perplessita'". "Ma anche tu l'hai ricevuta?" si sono chiesti l'un l'altro i deputati a Montecitorio. Uno di loro manifesta tutto il suo disappunto: "Questi (riferendosi al gruppo comunicazione, ndr) non sanno proprio di che cosa stanno parlando e con chi. Pensano che siamo dei 'pupi'.. Ma qui si cresce in fretta...". Qualcuno e' rimasto intimorito? Un deputato lo nega in modo assoluto: "A me viene da ridere ormai.. Ma non mi sembra di aver visto in giro deputati intimoriti..". La mail, tra l'altro, e' stata inviata soltanto ai deputati. I senatori 5 stelle, interpellati sulla questione, hanno controllato telefonini e ipad e non hanno trovato traccia di mail sulla 'Fase 2'. "Evidentemente - racconta un senatore - c'e' un problema alla Camera, forse perche' loro sono di piu'..". I senatori grillini mostrano meno diffidenza nei confronti dei giornalisti anche perche' gli argomenti su cui rispondere sono quelli politici, oggi ad esempio la proposta Pdl sul concorso esterno in associazione mafiosa. E su possibili riunioni congiunte, di deputati e senatori, uno di loro fa notare che adesso che il calendario e' cosi' fitto che c'e' meno tempo per "deliziarci con assemblee infinite". L'auspicio, comunque, e' che se ne faccia una al mese.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
grillom5sgiornalisti
in evidenza
Juventus, è fatta per Vlahovic Alla Fiorentina 75 mln. E Morata...

Calciomercato

Juventus, è fatta per Vlahovic
Alla Fiorentina 75 mln. E Morata...

i più visti
in vetrina
Bargiggia vs Criscitiello: "Un mix imbarazzante, Er Faina e cosce"

Bargiggia vs Criscitiello: "Un mix imbarazzante, Er Faina e cosce"


casa, immobiliare
motori
PEUGEOT 9X8 si aggiudica il «Gran Premio della più bella Hypercar dell’anno»

PEUGEOT 9X8 si aggiudica il «Gran Premio della più bella Hypercar dell’anno»


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.