A- A+
Politica

"La stabilita' politica e istituzionale e' la condizione primaria per il rilancio del Paese e per portare a termine le riforme". Lo dice il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, intervenendo ai lavori della Conferenza dei Prefetti. "Non c'e' alcuna contraddizione - ha aggiunto Napolitano - tra stabilita' e riforme".

Il Capo dello Stato ha ribadito che "la sfida e' quella del rilancio nel senso piu' ampio: occorre procedere certamente a revisioni costituzionali - ha detto - ma egualmente a revisioni e riforme sul piano della legislazione ordinaria, degli assetti amministrativi, del modus operandi delle istituzioni rappresentative e degli apparati dello Stato nonche' delle regole che presiedono ai rapporti tra le parti sociali".

"Non e' un disegno che possa spaventare perche' troppo ambizioso - ha aggiunto - ma e' uno spirito e un approccio da assumere nell'esercizio delle nostre responsabilita' a qualsiasi livello e nei limiti del programma dell'attuale Governo del proiettarsi in avanti della nuova legislatura parlamentare". Dunque, secondo Napolitano, la condizione perche' questa sfida, questa necessita' di fondo, trovi via via risposte soddisfacenti e' la stabilita' politica e istituzionale. Non c'e' bisticcio o contraddizione - ha ribadito il Capo dello Stato tra stabilita' e riforme".

I Prefetti prestino attenzione nella gestione dell'ordine pubblico all'acuirsi "dell'esasperazione estremistica e della violenza eversiva" legate alla drammatica crisi economica. E' l'invito che il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha rivolto alla platea durante la cerimonia di apertura della Conferenza dei Prefetti. "Alle difficolta' per molti versi drammatiche delle imprese e del mondo del lavoro - ha detto Napolitano - si accompagnano tensioni da affrontare con forte attitudine all'ascolto e alla mediazione. Ma non c'e' dubbio - ha aggiunto - che vi si leghino anche sia il rincrudirsi di certe tipologie di delinquenza comune sia il manifestarsi di focolai di esasperazione estremistica e perfino di violenza eversiva".

"Quello delle ricadute della grave recessione che purtroppo persiste e di un conseguente ampio disagio sociale - ha concluso Napolitano - e' dunque il fronte principale su cui dispiegare oggi l'impegno delle Prefetture e dei Prefetti".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
napolitanogoverno
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

i più visti
in vetrina
Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C

Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C


casa, immobiliare
motori
Tre propulsioni elettrificate per la nuova Kia Niro

Tre propulsioni elettrificate per la nuova Kia Niro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.