A- A+
Politica
La direzione Pd approva la proposta di Renzi: "Serve un governo nuovo"

La Direzione nazionale del Pd ha approvato il documento che chiede una svolta e un governo guidato da Matteo Renzi fino al 2018. I voti favorevoli sono stati 136, i contrari 16, gli astenuti 2. Immediata la comunicazione del Presidente del Consiglio, Enrico Letta: "Domani mi dimetto al Quirinale".

Per il suo "esecutivo nuovo" Matteo Renzi si rivolge alla stessa maggioranza del governo Letta. Nel dispositivo "da discutere e votare" in Direzione, che il segretario ha letto in apertura del suo intervento, si dice infatti: "La Direzione Pd rileva la necessità e l'urgenza di aprire una fase nuova con un esecutivo nuovo che si ponga l'orizzonte naturale della legislatura, da condividere con l'attuale coalizione di governo e con un programma aperto alle istanze rappresentate dalle forze sociali ed economiche". Renzi ha chiesto "di aprire una fase nuova con un esecutivo nuovo che si ponga un obiettivo di legislatura", ringraziando Enrico Letta, che ha deciso di non essere presente all'assemblea del partito, "per il notevole lavoro svolto".

"Diciamo subito con chiarezza la proposta che viene dalla Direzione". E ha letto il dispositivo: "La Direzione del Pd, esaminata la situazione politica e gli sviluppi recenti, ringrazia Enrico Letta per il notevole lavoro svolto alla guida del governo, un esecutivo di servizio nato in un momento delicato dal punto di vista economico e sociale, e per il significativo apporto dato in particolare con il raggiungimento degli obietivi europei. Assume il documento "Impegno Italia" come contributo per affrontare i oproblemi del Paese, e rileva la necessità e l'urgenza di aprire una fase nuova con esecutivo nuovo che si ponga un obiettivo di legislatura".

Il sindaco di Firenze ha poi precisato di non voler fare nessun "processo al governo", e ha spiegato: "Vorrei evitare di perdermi in troppi giri di parole. Qualcuno ha scritto che siamo di fronte a derby, ma noi siamo di fronte a un bivio: da una parte c'è la chiusura della legislatura e il passaggio elettorale, dall'altra trasformare questa legislatura in costituente. Tertium non datur". Per Renzi "le elezioni hanno fascino, ma manca legge elettorale, possono avere valore purificatore - ha detto - ma non risolverebbero i problemi".

L'alternativa al voto anticipato è quindi "un percorso di legislatura, una scelta rischiosa e difficile, azzardata", ma il segretario Pd se ne è assunto la responsabilità: assumersi la repsonsabilità di guidare il cambiamento è un rischio ma "la disponibilità a correre questo rischio deve essere presa con il vento in faccia" ha aggiunto.

Renzi ha concluso il suo intervento ribadendo la sua proposta: "Vi propongo la strada meno battuta, quella più difficile, sulla quale faremo più fatica, ma l'unica che il Pd si può permettere: vi chiedo di uscire dalla palude".

Letta, in una lettera al parlamentino democratico, ha scritto il perché ha preferito non essere presente alla Direzione del Pd: "Carissimi, penso che, in una giornata importante come questa, sia fondamentale che la discussione si sviluppi, e le decisioni conseguenti siano assunte, con la massima serenità e trasparenza. Per questo preferisco aspettare a Palazzo Chigi le determinazioni che verranno prese, in modo che tutti in Direzione si sentano liberi di esprimere valutazioni ed esplicitare le decisioni che ritengono opportune. Vi ringrazio".

 

LA CRONACA DELLA DIREZIONE

Letta: dopo decisioni Pd domani al Quirinale per dimissioni - "A seguito delle decisioni assunte oggi dalla Direzione nazionale del Partito Democratico, ho informato il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, della mia volonta' di recarmi domani al Quirinale per rassegnare le dimissioni da presidente del Consiglio dei ministri". E' quanto si legge in una nota, diffusa da Palazzo Chigi, di Enrico Letta.

Governo: ok direzione Pd a nuovo esecutivo, 136 si' e 16 no  - La direzione del Pd ha votato a favore dell'ordine del giorno con cui si chiede un nuovo governo, sulla base della relazione del segretario Matteo Renzi. I si' sono stati 136, i no 16 e 2 gli astenuti.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
lettagoverno
in evidenza
Affari continua a salire Ad agosto crescita del 40%

Dati audiweb

Affari continua a salire
Ad agosto crescita del 40%

i più visti
in vetrina
Juve Roma, Mourinho: "Rigore? Mi isolo. Il recupero? Dimostra un'intenzione"

Juve Roma, Mourinho: "Rigore? Mi isolo. Il recupero? Dimostra un'intenzione"


casa, immobiliare
motori
Nuova Ford Focus: un accurato restyling aggiorna look e tecnologie

Nuova Ford Focus: un accurato restyling aggiorna look e tecnologie


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.