A- A+
Politica

"La Camera dei Deputati si riunira' di nuovo il 6 settembre, questa e' la verita' e nessun'altra". Beppe Grillo torna sulla questione della riapertura per incardinare il dl contro il femminicidio "confondendo cosi' il 'mero adempimento' con i veri e propri lavori della Camera" e afferma che "e' chiaro che Laura Boldrini o chi per essa ha lasciato intendere cosi' per un semplice ritorno di 'fama', come se la Camera fosse una semplice tv commerciale attraverso la quale migliorare la propria immagine". Intanto, il leader M5S preannuncia dal suo blog che "noi torneremo con tutta la nostra forza per difendere la Costituzione e gli italiani cercando di imprimere un ulteriore cambio di marcia con l'aiuto di tutti i cittadini".

Grillo ricorda che "il 9 agosto, l'ultimo giorno di seduta alla Camera, una deputata del Pd e un deputato del PDL hanno affermato, dopo le nostre incalzanti accuse, che il Parlamento non e' vero che non ha ancora fatto leggi visto che e' ha ratificato il trattato di Istanbul. La ratifica di un trattato pero' non e' una legge di iniziativa parlamentare ma appunto una semplice ratifica di un trattato internazionale. Per aver citato in loro difesa il trattato di Istanbul significa che abbiamo perfettamente ragione, ma basta un dato: dall'inizio di questa legislatura il parlamento non ha approvato nessuna legge di propria iniziativa. Ripeto nessuna". "Questo - accusa - e' il Parlamento delle zero leggi".

Tags:
grillosettembre

i più visti

casa, immobiliare
motori
Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo

Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.