A- A+
Politica


"La legge elettorale che stanno facendo questi due è per fermare noi che siamo la variabile impazzita". Lo ha detto Beppe Grillo alla stampa estera a proposito dell'accordo raggiunto fra Matteo Renzi e Silvio Berlusconi. "Noi vogliamo introdurre delle cose nella Costituzione, ma a questo Governo non ci si può neanche avvicinare". Il leader del M5S attacca poi il Capo dello Stato: "Abbiamo preso il 25 per cento. Poi c'è stato un colpettino di stato di Napolitano" che con due persone ha fatto le larghe intese.

"In base alla sentenza della Corte abbiamo una legge elettorale o no? Abbiamo il porcellum senza premio di maggioranza. Quindi la legge c'e'". Lo ha detto Beppe Grillo alla stampa estera ed ha lanciato un nuovo affondo al presidente Napolitano Renzi e Berlusconi "stanno facendo qualcosa che non gli ha chiesto nessuno e assistiamo ad un altro mutismo incredibile di Napolitano che non dice niente e di Letta che non dice niente". Il "pericolo siamo noi", ha detto anche Grillo e prima, sul premio di maggioranza bocciato dalla Consulta aveva aggiunto: bisogna "togliere i 150 che sono entrati con il premio di maggioranza e si va a votare e il Parlamento sara' cosi' legittimato a cambiare" la legge elettorale.

"Questa e' la cosa che avevo in mente non che due di notte dicano" che entro gennaio" si va a cambiare la legge decidendo "di fare una legge in modo che la variante M5S sia estromessa". "Si immagina - ha osservato un ballottaggio fra noi e Pd" con Berlusconi fuori "a chi indirizzera' il voto e le tv Berlusconi?".

"Non abbiamo ideee né di destra né di sinistra", ha detto Grillo escludendo intese con gli altri partiti. Il M5S è un movimento "ecumenico", ha aggiunto, "noi accordi con questi non ne facciamo perché siamo stati eletti per mandarli a casa. La politica delle coalizioni è preistoria". "Noi per adesso andiamo da soli. Poi vedremo se ci sarà qualche gruppo tedesco finlandese con cui fare massa" ma che abbia lo stesso programma. Lo ha detto Beppe Grillo alla stampa europea, a proposito delle prossime elezioni Ue. Ed ha sottolineato: "Noi non siamo antieuropei". Quindi ha ribadito: "Ci dovrebbero ringraziare perché ci siamo noi, e non ci sono albe dorate".

"Il cancro vero di questo Paese è l'informazione". "Un reddito deve essere per tutti, dalla nascita alla morte". Lo ha detto Beppe Grillo alla Stampa Estera.

Il titolo dell’incontro è: "Contro l’Europa dell’austerity". Poco dopo l’inizio, appare sull’account Twitter di Grillo: "Noi del M5S siamo stati i primi a chiedere di rinegoziare il Fiscal Compact con una mozione. Il Pd ha votato no e se ne vanta".  A proposito di temi economi, Grillo ripropone anche l’idea di "un reddito per tutti, dalla nascita alla morte». «E come lo paghiamo? - aggiunge -. Con le pensioni, con una grande riforma fiscale".

L’attacco al Pd prosegue puntando il dito contro Roberto Speranza, capogruppo democratico alla Camera. "Si dimetta per il caso del lobbista Tivelli" dice Grillo. "Speranza fa un emendamento sulle pensioni d’oro: bellissimo, lo avremmo votato. Ma dopo una telefonata l’emendamento scompare. Abbiamo intercettato la telefonata e fatto espellere il lobbista. Ora dopo il lobbista dobbiamo cacciare il lobbizzato".

Tags:
grillo
in evidenza
Arriva l'aria polare dalla Svezia Fine maggio brividi. Previsioni

Meteo

Arriva l'aria polare dalla Svezia
Fine maggio brividi. Previsioni

i più visti
in vetrina
Lukaku torna all'Inter? No colpo di scena, c'è il Milan. Calciomercato news

Lukaku torna all'Inter? No colpo di scena, c'è il Milan. Calciomercato news


casa, immobiliare
motori
Al via gli ordini della nuova Jeep Grand Cherokee 4Xe hybrid

Al via gli ordini della nuova Jeep Grand Cherokee 4Xe hybrid


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.