@Tommaso5mani

Casaleggio Grillo@Tommaso5mani

Casaleggio Grillo@Tommaso5mani

Casaleggio Grillo
A- A+
Politica

Di Tommaso Cinquemani
 twitter@Tommaso5mani

Casaleggio Grillo

Andare al voto immediatamente o provare con un nuovo governo? Nel Movimento 5 Stelle gli scenari si moltiplicano. "Un cambiamento immediato è necessario. Bisogna tornare al voto. Gli italiani devono poter decidere se vivere o morire. Rien ne va plus", scrive Beppe Grillo dal suo blog. "Bisogna andare al voto per vincere e salvare l'Italia. E' l'ultimo treno. Napolitano non si opponga. I prossimi mesi saranno per cuori forti". Insomma, per il leader del Movimento 5 Stelle non ci sono margini di dialogo. Le urne chiamano, anche con questa legge elettorale, anche se la legge di stabilità non è stata ancora varata, anche se fra poco inizierà il semestre italiano nell'Ue.

Ma nel M5S non tutti la pensano come il 'grande capo'. "No, non siamo disponibili a sostenere un Letta Bis con pezzi di altri partiti", spiega ad Affaritaliani.it Francesco Campanella, senatore del Movimento 5 Stelle. Che però non chiude affatto ad una possibile collaborazione con il Partito Democratico, anzi. "Alcuni di noi vorrebbero tornare al voto subito. Altri preferirebbero un governo come quello che noi abbiamo proposto a inizio legislatura. Un governo a 5Stelle, di personalità eminenti della società civile, che diano chiaramente il segno della svolta. Sostenute da noi e dal Pd, che però deve cambiare completamente rotta".

Già, il punto è proprio questo. Sulla carta i numeri tornano: il Pd dispone di 108 senatori, il M5S di 50. Se poi si aggiunge anche Sel e magari Scelta Civica il gioco è fatto. La soglia di 160 si fa presto a raggiungere, senza contare poi l'apporto dei 5 senatori a vita. Ma il problema sarà trovare un punto di accordo sui temi economici, sul modo di uscire dalla crisi. "Dobbiamo stilare una serie di punti fermi. Nell'ipotesi in cui il M5S fosse in prima linea, vareremmo una legge di stabilità che segue i nostri progetti. Quindi ad esempio il reddito di cittadinanza", spiega Campanella. Si preannuncia una strada in salita Per Napolitano (che dovrà battezzare il nuovo governo) e per il futuro premier. Il Pd rischia grosso. Le elezioni in ogni caso non sono distanti e un governo Pd-M5S lascia il fianco libero agli attacchi del Pdl che, dall'opposizione, non ne farebbero passare una.

Altra ipotesi sarebbe la formazione di un governo Letta bis sostenuto dal Pd, da Scelta Civica, dai transfughi del Pdl e dai 'dissidenti' grillini. Anche in questo caso l'armata Brancaleone avrà tempi duri. Le priorità sarebbero tre: riforma del finanziamento ai partiti, legge elettorale e legge di stabilità. Il rischio più grande? Che il governo si sfaldi alla prima difficoltà sperperando il capitale di credibilità accumulato in questi emsi dai democratici.
 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
grillopdgovernoletta
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

i più visti
in vetrina
Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C

Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C


casa, immobiliare
motori
Volkswagen presenta i nuovi suv ID.5 e ID.5 GTX coupé 100% elettrici

Volkswagen presenta i nuovi suv ID.5 e ID.5 GTX coupé 100% elettrici


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.