A- A+
Politica

 

 

gaetano quagliariello

Hanno presentato questa mattina le proprie dimissioni 'irrevocabili' a palazzo Chigi, ma i cinque ministri 'colombe' del Pdl hanno tirato fuori gli artigli. E mentre si attendono gli esiti dello show down interno al Popolo della liberta', e'

riscattato l'allarme spread. Quanto al premier Enrico Letta, ieri sera ha messo in chiaro che non intende fare "il re Travicello" e anche al Pd si continua a escludere ogni ipotesi di 'governicchio'. "Noi non abbiamo paura", hanno scandito in un comunicato congiunto Angelino Alfano, Gaetano Quagliariello, Beatrice Lorenzin, Nunzia De Girolamo e Maurizio Lupi. Il messaggio e' diretto ad Alessandro Sallusti e al suo editoriale di questa mattina su Il Giornale. "Se pensa di intimidire noi e il libero confronto dentro il nostro movimento politico, si sbaglia di grosso", hanno insistito, "se il metodo Boffo ha forse funzionato con qualcuno, non funzionera' con noi". I ministri difendono le ragioni del dissenso apertamente espresso. "Prima di sganciare l'atomica era necessario fare una serie di passi", ha spiegato Quagliariello, "a un fallo non si risponde con una testata". Il ministro ha smentito l'intenzione di fondare un nuovo partito e ha confermato che restera' nel Pdl; a Forza Italia pero', se sara' quella "immaginata nell'ultima settimana" non aderira'. "Non posso accettare l'idea di un partito alla Alba Dorata che considera traditori chi la pensa diversamente", ha attaccato anche la Lorenzin. Ha ostentato fiducia invece Lupi: "Berlusconi trovera' la sintesi", ha assicurato. Durissimi i colleghi di governo.

"Considero la decisone adottata dal Pdl completamente a sfavore dell'Italia, un vero e proprio tradimento che spero possa essere superato con una riflessione onesta da parte di quel partito", ha attaccato Mario Mauro, arrivato a chiedere al Ppe di isolare Berlusconi. Il Pd intanto non cambia linea. "Dico no a un governo fatto con un po' di voti di transfughi e che vive una vita stentata", ha ribadito Guglielmo Epifani, preoccupato per la reazione dei mercati. "Il centrodestra sta facendo saltare in aria il Paese ed era evidente che lo spread sarebbe ripartito", ha ammonito. "Sosteniamo convintamente Letta perche' c'e' bisogno di un governo forte e autorevole", ha sottolineato il presidente dei deputati del Pd, Roberto Speranza. 'Tutti a casa' e' invece il rinnovato pressing di Beppe Grillo. "Questa gente non si deve piu' avvicinare alla legge elettorale e alla Costituzione. Devono andare via perche' sono stati soci per vent'anni di un bandito", ha detto dagli uffici della Rai di viale Mazzini occupati stamani. Scettico sulle elezioni Roberto Maroni: "Penso che Letta fara' di tutto per fare un bis con qualche transfugo".

Tags:
pdlcavaliereboffo
in evidenza
"Rido con Zalone, amo gli horror Only Fun? Sarà sorprendente..."

Elettra Lamborghini ad Affari

"Rido con Zalone, amo gli horror
Only Fun? Sarà sorprendente..."

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Ford apre gli ordini per il Ranger Raptor di nuova generazione

Ford apre gli ordini per il Ranger Raptor di nuova generazione


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.