A- A+
Politica

Sono decine di migliaia i manifestanti al corteo per dire no alla Torino-Lione. La valle di Susa marcia nuovamente unita' con gli amministratori di gran parte dei comuni ad aprire il corteo. Dietro, lo striscione " apre lo spezzone dei tanti comitati anti-Tav che da anni lottano contro questa grande opera. In corteo anche una rappresentanza dei No Muos.

DEPUTATI M5S APPLAUDONO MANIFESTANTI - Un applauso e l'esposizione della bandiera No Tav. Cosi un gruppo di parlamentari del Movimento 5 Stelle, che sta visitando il cantiere a Chiomonte ha 'risposto' ad alcuni manifestanti No Tav che, fuori dalla recinzione, gridava lo slogan "Giu' le mani dalla Val di Susa" e cantando "Bella Ciao". "E' una giornata importante - ha detto Giulia Sarti parlamentare M5S - io da tempo seguo questa vicenda, c'ero durante gli scontri del 2011. Oggi stiamo dimostrando che si puo' fare qualcosa senza la violenza". Ed ancora "continueremo ad appoggiare il movimento in parlamento utilizzando tutti i mezzi a disposizione".

"SERVE COMMISSIONE D'INCHIESTA" - Nei prossimi giorni i parlamentari del Movimento Cinque Stelle avvieranno una commissione di inchiesta sulla Tav. Lo hanno confermato, oggi, nel corso della visita al cantiere in Val di Susa i parlamentari Marco Scibona e Alberto Airola. "Dobbiamo produrre documenti - ha spiegato Airola - sulle modalita' di appalto, sulle imprese che operano in questo cantiere. E' una vergogna che le forze di polizia siano costrette a stare in questo recinto, dove non si sta realizzando nulla, come la visita di oggi dimostra". "Questa visita - ha aggiunto Scibona - segna l'inizio di un iter che vogliamo portare avanti anche in parlamento. Vogliamo cominciare di qui per tirare fuori qualsiasi carta per capire cosa sta succedendo". E, gli e' stato chiesto, non sarebbe meglio fare questo stando al governo? "Se ci daranno il mandato - ha risposto Scibona - perche' no?".

CRIMI: "TUTTI DEVONO CONOSCERE" - "Il significato di una giornata come questa e' quello che i cittadini possono entrare e toccare con mano quest'opera che noi consideriamo inutile e che tra l'altro non c'e', dato che siamo in presenza solo di un cunicolo esplorativo".  Cosi' il portavoce dei senatori 5 Stelle Vito Crimi all'arrivo al cantiere Tav di Chiomonte, in Val di Susa. "Riteniamo che tutti debbano essere messi nelle condizioni di conoscere lo stato delle opere che il Parlamento e' chiamato poi a finanziare. In particolare - ha concluso - noi consideriamo la Tav un'opera inutile, speriamo di dimostrarlo e di riuscire a bloccarla".

BONELLI: "NUOVO GOVERNO CANCELLI TORINO-LIONE" - "Rivolgiamo un appello al futuro governo affinche' cancelli la Tav in Val di Susa, che oltre ad essere un'opera inutile e dannosa non fa altro che aumentare il debito pubblico". Lo dichiara il presidente dei Verdi Angelo Bonelli che aggiunge:"Continuare con la Torino Lione e' puro accanimento ideologico: e' davvero assurdo che sicontinui a sostenere un progetto che complessivamente costera' circa 20 miliardi di euro mentre a pochi chilometri dal tracciato che si vuole costruire esiste gia' una linea ferroviaria per iltrasporto merci potenziata di recente e che viene utilizzata solo per 2,5 milioni di tonnellate quando ha una capacita' di 20 milioni ditonnellate"."Con le risorse risparmiate si potrebbero costruire asili nido, affrontare il dissesto idrogeologico e varare un grande piano per il trasporto pubblico che produrrebbe centinaia di migliaia di posti di lavoro - prosegue il leader ecologista - Basti pensare che con 9 miliardi di euro (ossia la meta' di quanto costera' la Tav)si possono realizzare 90 km di metropolitana o 621 Km di rete tranviaria, acquistare 3.273 tram e 23.000 autobus ecologici rivoluzionando iltrasporto pubblico nelle nostre citta' e affrontare finalmente il problema dei pendolari che vivono una situazione drammatica". "La scelta del futuro governo di cancellare la Torino Lione sarebbe un segnale chiaro ed inequivocabile di quel cambiamento di cui tanto si parla e rappresenterebbe un segnale netto di discontinuita' rispetto alle scelte che si sono succedute fino ad oggi - conclude Bonelli. Proseguire con questo progetto e' un'offesa alle famiglie che non ce la fanno piu', ai giovani che subiscono i tagli all'istruzione, ai precari che continuano ad essere precari".

 AIRAUDO: "SEL QUI PER ASCOLTARE" - "Siamo qui per ascoltare, per ricostruire un rapporto con la popolazione di questa Valle. Una delle funzioni dei parlamentari e' soprattutto di ascolto". Lo ha detto il parlamentare di Sel Giorgio Airaudo, che sta visitando il cantiere della Tav in Val di Susa con altri deputati e senatori di 5 Stelle e Sel. "Bisogna ascoltare le ragioni di un popolo che continua a spiegare l'inutilita' di quest'opera ed i costi crescenti". "Se ci fosse un governo dovrebbe ridiscutere l'opportunita' di impegnare fondi, in misura crescente, - ha osservato ancora Airaudo - e non destinarli invece ad altre urgenze, specie in un momento come questo". Il parlamentare di Sel ha osservato poi che c'e' "diffidenza ma anche sottovalutazione da parte dei rappresentanti del Movimento Cinque Stelle sulla possibilita' di cambiamento. In parlamento ci sono infatti molti rappresentanti del centrosinistra disponibili ad ascoltare e riaprire la discussione su quest'opera". La delegazione di parlamentari ed accompagnatori, un centinaio in tutto, sta visitando a gruppi l'area del cantiere

Iscriviti alla newsletter
Tags:
tavm5smanifestazione no tavno tav
in evidenza
Affari continua a salire Ad agosto crescita del 40%

Dati audiweb

Affari continua a salire
Ad agosto crescita del 40%

i più visti
in vetrina
Juve Roma, Mourinho: "Rigore? Mi isolo. Il recupero? Dimostra un'intenzione"

Juve Roma, Mourinho: "Rigore? Mi isolo. Il recupero? Dimostra un'intenzione"


casa, immobiliare
motori
Nuova Ford Focus: un accurato restyling aggiorna look e tecnologie

Nuova Ford Focus: un accurato restyling aggiorna look e tecnologie


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.