A- A+
Politica

di Manuela Alessandra Filippi


Tre file di polizia si frappongono fra la piazza dei cittadini e l'ingresso di Montecitorio, obitorio della nostra democrazia. Per una volta non posso che essere d’accordo con Grillo quando, in tempi non sospetti, definiva cadaveri i nostri politicanti. Nutro profondo rispetto per il presidente Giorgio Napolitano ma questa elezione avviene in un clima pesante, che sottolinea la sconfitta e totale inadeguatezza dei nostri partiti tradizionali, soprattutto del PD.

Letta, vice segretario di un partito da terapia intensiva, ricevuta la notizia che Napolitano si sarebbe ricandidato, ha avuto il candore di dichiarare: “È una bella notizia!”.
Mi domando, ci domandiamo tutti: esiste un limite alla decenza?
Sconcerta la sfrontatezza con la quale si ostinano a prenderci tutti per il naso!
Sono senza ritegno. Al posto loro, chiunque di noi non avrebbe nemmeno più il coraggio di guardarsi allo specchio del proprio bagno la mattina, e tanto meno uscire di casa.
Inviterei questi incauti e maldestri manovratori ad andare a lavorare, per davvero, magari prendendo l'autobus, come tutti i mortali, sulle spalle dei quali, campano da anni come principi!

Domando al PD: come avete fatto a fallire l'elezione del presidente della repubblica e a rivolgervi di nuovo a Napolitano? Perché Rodotà no e Napolitano sì? Come avete fatto a resuscitare Berlusconi, mettendo voi in un vicolo cieco?

Sono in molti quelli che, sconcertati e disgustati da come è stata condotta l’elezione del presidente della Repubblica, si sarebbero aspettati un po' più di generosa lungimiranza!
Rodotà era una bella occasione. Una delle tante mancate dal PD.

Secondo una voce molto vicina al partito, questa condotta scellerata non potrà che avere pesanti conseguenze alle prossime elezioni, se e quando ci saranno. In quel caso il PD è destinato a una sconfitta di proporzioni ciclopiche. Un’eventualità tutt’altro che remota che permetterà a Berlusconi di inanellare una serie di successi:
1 - vincere le elezioni,
2- avere la maggioranza per farsi eleggere alla Presidenza della Repubblica
3- procedere a un cambio di leadership del partito, ordinato e indolore.

Intanto Grillo, che questa sera sarà davanti a Montecitorio, è in viaggio sul suo camper alla volta di Roma. Sta lanciando appelli a milioni di italiani affinché lo raggiungano questa notte, in piazza e non lo lascino solo.
Ecco uno dei primi risultati messi a segno dalla cecità della politica dei partiti: la marcia su Roma.

Non credo che d'ora in avanti si possa attendere nulla di pacifico.

Di certo c’è che di fronte ai problemi drammatici del nostro paese, portato sull'orlo dell'abisso proprio da loro, da questa classe politica cialtrona e affarista, ripiegata su piccoli e meschini tornaconti personali, i cordoni di polizia dovrebbero circondare l'emiciclo interno e non quello esterno!

Lunga vita a Napolitano, lunga vita al Re!

 

 

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
napolitanoquirinalepresidente della repubblica
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.