A- A+
Politica
Intervista a tutto campo a Giorgia Meloni: Libia, Lega, Berlusconi...


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


"Con Salvini abbiamo lanciato un fronte anti-Renzi per mettere in Rete le iniziative che stiamo organizzando contro questo governo. E' un appello rivolto a tutti quelli che vogliono essere alternativi all'esecutivo". Lo afferma in un'intervista a tutto campo ad Affaritaliani.it Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia. Partito unico con la Lega? "Mi sembra fantapolitica". Alfano sì o no alleato alle Regionali? "E' un problema dell'Ncd spiegare perché al governo sta con la sinistra e a livello locale si presenta con il Centrodestra". E ancora: "Il candidato premier si sceglie con le primarie". Berlusconi? "E' una figura sicuramente importante ma non penso che possa giocare da goleador". Fitto? "Condivido alcune sue battaglie". Quanto alla Libia la Meloni afferma: "La via diplomatica ha poche possibilità di riuscita. L'Italia dovrebbe intervenire insieme ad altre nazioni come l'Egitto". Infine: "Stop agli sbarchi fino a quando non verrà sconfitta l'Isis".
 

 


 

Situazione in Libia. Soluzione diplomatica o intervento militare?
"A noi sembra che la via diplomatica abbia poche possibilità di riuscita, del resto c'è già da qualche tempo un mediatore delle Nazioni Unite che non ci pare stia portando a casa risultati. Può essere considerata la vicenda libica di seconda importanza per altri che sono distanti dalle coste libiche, ma per l'Italia la situazione è abbastanza emergenziale. Motivo per il quale noi riteniamo che l'Italia dovrebbe intervenire a sostegno del legittimo governo di Tobruch. Pensiamo che dovrebbe intervenire insieme ad altre nazioni come l'Egitto che stanno intervenendo in Libia comprendendo quanto sia difficile e drammatica la situazione che si sta creando. Dopodiché, c'è un tema che riguarda la vicenda legata all'immigrazione perché non sfugge che se oggi la Libia è sostanzialmente sotto controllo terroristico e l'Isis decide chi viene decapitato sulle coste e chi può partire verso l'Italia questo espone il nostro Paese a un'ulteriore insicurezza, motivo per il quale noi continuiamo a chiedere lo stop agli sbarchi fino a quando non verrà sconfitta l'Isis. A meno che non si voglia fare una missione europea per controllare le coste libiche ed eventualmente affrontare in Libia la questione dell'immigrazione aprendo lì dei centri di accoglienza dove valutare chi ha diritto all'asilo politico e chi no, però distribuendo dall'origine in tutti i 28 paesi dell'Unione europea i richiedenti asilo".

Quindi non più solo in Italia ma anche negli altri paesi Ue...
"Esattamente, in tutti i 28 paesi dell'Unione".

Politica interna. L'asse tra lei e Matteo Salvini è sempre più forte, o sbaglio?
"Abbiamo lanciato un fronte anti-Renzi per mettere in Rete le iniziative che stiamo organizzando contro questo governo che ha solamente la capacità di alzare le tasse e fare favori agli amici garantendo totale insicurezza agli italiani. Per cui abbiamo messo in Rete alcune manifestazioni che stanno organizzando loro insieme ad altre che stiamo organizzando noi di Fratelli d'Italia, in particolar modo una che stiamo convocando per sabato 7 marzo a Venezia sul tema della sicurezza, della legalità, del sostegno alle forze dell'ordine, della lotta alla corruzione. Tutto questo oltre alle fiaccolate che sempre come Fratelli d'Italia stiamo organizzando per questo fine settimana su tutto il territorio nazionale. Due sono gli appuntamenti centrali: quello di apertura a Roma domani a piazza del Pantheon alle 18 e 30 e quello di domenica a Milano a piazza San Babila alle ore 18. Su tutte queste iniziative, compresa la piazza di Roma del 28, stiamo cercando di mettere insieme i nostri movimenti. Però chiaramente è un appello rivolto a tutti quelli che vogliono essere alternativi a questo governo, che vorrebbero dire basta alle politiche di Renzi. Quindi le liste civiche, i movimenti, le associazioni... Penso anche a quella parte del Centrodestra che volesse effettivamente comportarsi da Centrodestra".

In prospettiva, è possibile che ci sia un partito unico Lega-Fratelli d'Italia?
"Mi sembra abbastanza fantapolitica. Nonostante la collaborazione, ci sono ancora molte differenze tra noi e la Lega che sono dirimenti. Primo fra tutti la famosa vicenda della secessione che, per noi che siamo un movimento che si chiama Fratelli d'Italia e che mette l'interesse nazionale e l'unità nazionale e il concetto di patria al primo posto, diventa abbastanza dirimente. Noi con la Lega abbiamo buoni rapporti, condividiamo tante battaglie...però da questo a essere una cosa unica ce ne passa".

Salvini dice no alle alleanze con l'Ncd alle Regionali. Lei la pensa allo stesso modo?
"Siamo sulla stessa linea per quello che riguarda particolarmente la politica nazionale, per quello che riguarda la politica regionale e le prossime elezioni regionali penso che sia un problema dell'Ncd spiegare perché al governo sta con la sinistra e a livello locale si presenta con il Centrodestra. Quello che è innaturale è come l'Ncd si definisce, cioè Nuovo Centrodestra, non è per l'Ncd stare in coalizione con Caldoro in Campania ma stare in coalizione con Renzi al governo italiano. Credo che sia un problema loro spiegarlo".

Silvio Berlusoni è ancora il leader del Centrodestra? E in caso di elezioni politiche come andrebbe individuato il candidato premier?
"Il candidato premier si sceglie con le primarie e questo io lo dico da quando stavo nel Pdl, figuariamoci se non lo dico adesso. L'incapacità del Centrodestra di rinnovarsi è uno dei motivi che mi hanno allontanato dal Pdl, quindi credo che sia il tempo di nuovi leader, di nuove idee, di un nuovo modo di pensare la politica e anche di un nuovo modo di pensare il Centrodestra".

Berlusconi che ruolo può avere?
"Berlusconi è Berlusconi. Per carità, è una figura sicuramente importante ma non penso che possa giocare da goleador, anche se non sono ferratissima sul calcio".

Condivide la battaglia di Fitto in Forza Italia?
"Non mi infilo nelle diatribe degli altri movimenti, non mi sembra giusto. Per me parlano le mie battaglie e alcune cose che Fitto dice io le ho detto prima di andarmene, quando ho fatto le mie scelte all'interno di quello che era il Pdl. Alcune battaglie di Fitto le condivido".

Nel caso di primarie del Centrodestra, ovviamente Giorgia Meloni sarà in campo...
"No, questo lo vedremo. Non penso mai che cosa devo fare io. Penso sempre di quali idee c'è bisogno. I nomi mi interessano poco, lo vedremo. Sicuramente però Fratelli d'Italia avrà un suo candidato".
 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
giorgia meloni
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

i più visti
in vetrina
Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C

Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C


casa, immobiliare
motori
Tre propulsioni elettrificate per la nuova Kia Niro

Tre propulsioni elettrificate per la nuova Kia Niro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.